Comunali Follonica: dopo riconteggio voti, ipotesi ballottaggio

Si profila l’ipotesi del ballottaggio a Follonica (Grosseto), dopo l’esito delle amministrative dello scorso maggio. Il sindaco Andrea Benini  aveva infatti vinto al primo turno per una sola preferenza in più. La commissione prefettizia riunita a Grosseto, su richiesta del Tar della Toscana, ha svolto il riconteggio e l’accertamento dei voti validi nella sezione 17. Entrambe le schede contestate sono state assegnate al candidato sindaco del centrodestra Massimo Di Giacinto facendo perdere il quorum al sindaco neo eletto. Il tribunale amministrativo regionale dovrà pronunciarsi in merito al ballottaggio il 17 dicembre.

La commissione  attribuendo i nuovi voti validi determinano un diverso esito: le schede valide diventano 11.729 e non 11.727, e dunque, Andrea Benini non avrebbe più il quorum per essere eletto sindaco al primo turno. Il verbale sottoscritto dalla commissione prefettizia non è stato contestato dalle parti interessate.
“Siamo soddisfatti, ma è accaduto quello che ci aspettavamo  perché il rappresentante di lista ci aveva assicurato la validità di quelle due schede contestate e poi incomprensibilmente annullate nella sezione 17”, ha commentato Massimo Di Giacinto. Il ricorso infatti era stato presentato insieme a Roberto Azzi (Lega) e Leonardo Bottoni (Forza Italia).
“Ho massimo rispetto del ruolo e dell’autorevolezza dei giudici del Tar della Toscana, che formalizzeranno la decisione in merito alle elezioni il 17 dicembre. Continuerò con il lavoro quotidiano in quanto sindaco in carica: il mio impegno a fianco e per la comunità follonichese sarà come sempre incisivo, anche perché di questa situazione il soggetto che potrebbe farne le spese è proprio la comunità follonichese, e io non lo permetto”, ha affermato invece Andrea Benini, sindaco di Follonica (Grosseto).
Il servizio di Sara Carullo
avatar