Ven 12 Apr 2024

HomeToscanaCronacaCaritas Firenze, sempre più over 65 si rivolgono alla mensa

Caritas Firenze, sempre più over 65 si rivolgono alla mensa

Caritas Firenze – Sempre più over 65, in estate, mangiano alla mensa gestita dalla Fondazione Solidarietà Caritas, in via Baracca a Firenze. Come riporta una nota ci sono anche minorenni e anziani stranieri.

Analizzando i dati delle presenze estive dal 2018 a oggi (i dati per il 2020 non sono confrontabili perché, pur continuando la distribuzione dei pasti, per alcuni mesi non sono state date agli utenti le tessere mensa) si nota come gli over 65 siano passati da 107 a 128. Se i cittadini italiani sono diminuiti, da 51 di quattro anni fa a 43 di quest’anno, al contrario sono cresciuti gli anziani di nazionalità straniera, da 56 a 85: sono coloro che non possono contare su una pensione, né su una rete familiare e fanno più fatica a trovare un lavoro. Gli stranieri tra i 18 e i 64 anni invece sono nettamente calati: erano 1.397 nel 2018 sono stati 801 quest’anno.
Il presidente della Fondazione Solidarietà Caritas Onlus di Firenze Vincenzo Lucchetti ha detto che “si può supporre, a fronte della situazione di estrema difficoltà che si è venuta a creare soprattutto per le persone più povere e non residenti, quindi impossibilitate a ricevere qualsiasi tipo di sostegno da parte dello Stato, la scelta di molti, appena sono terminate le restrizioni agli spostamenti imposte a causa della pandemia, sia stata quella di rientrare in patria”.

Come si accede alle mense
Alle mense si accede dopo un colloquio con i Centri di Ascolto Caritas presenti sul territorio, oppure tramite il punto di ascolto interno alla mensa di via Baracca. A fine colloquio in base ai bisogni espressi ed alla condizione di reale necessità, viene rilasciata una tessera con validità temporale, che permette di accedere al servizio.

Come si svolge il servizio
Nelle mense viene servito gratuitamente agli ospiti un pasto caldo e abbondante in un clima familiare e accogliente. Il contributo di gruppi di volontari, provenienti dalle parrocchie o dalle associazioni di volontariato (ogni gruppo fa un turno una volta al mese), permette di offrire a tutti un’accoglienza calorosa e rispettosa e di far funzionare le mense, la cucina e il magazzino al meglio.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"