Sab 2 Mar 2024

HomeToscanaAmbienteCardini: caro Sindaco di Costa San Giorgio parliamone pubblicamente

Cardini: caro Sindaco di Costa San Giorgio parliamone pubblicamente

Todo Cambia
Todo Cambia
Cardini: caro Sindaco di Costa San Giorgio parliamone pubblicamente
Loading
/

Il noto storico Franco Cardini scrive al Sindaco di Firenze Dario Nardella per chiedere di aprire un dibattito pubblico sull’operazione urbanistica a Costa San Giorgio.

Franco Cardini è uno storico molto noto, non soltanto come studioso ma anche per il suo ruolo pubblico, di intellettuale indipendente. Ora è anche noto che il professor Cardini è persona di grande laicità e insieme non possiamo dire che abbia legato i suoi destini ad associazioni o comitati. Eppure perché anche lui ha sentito la necessità di intervenire sulla questione Costa San Giorgio?

Lo ha fatto con una lettera al Sindaco di Firenze Dario Nardella e lo ha fatto con parole semplici che si possono riassumere in un “pensiamoci bene, parliamone, apriamo un dibattito pubblico sulla questione”. Di che stiamo parlando? Siamo in pieno Oltrarno e dal 1998 è in stato di abbandono un complesso monastico di dimensioni ragguardevoli. Luogo che per 70 anni ha ospitato la Scuola di Sanità militare della Difesa. Si tratta probabilmente – come sostenuto dall’associazione Idra – della più importante operazione di trasformazione urbanistica in cantiere a Firenze in area Unesco.

Ovvero il cambio di destinazione e l’acquisizione del complesso da parte di un privato che progetta di trasformarlo in un grande albergo di lusso da collegare con il Forte Belvedere, Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli. Così Cardini in una parte della sua lettera al Sindaco:

Qui si parla di una fetta dell’Oltrarno ch’è un’autentica meraviglia, un tesoro inestimabile, e che da Porta Romana fiancheggiando Palazzo Pitti e i Viali dei Colli arriva dritta fino a San Miniato e a San Niccolò. Capisco che ci sia chi ambisce a utilizzarla per vacanze di sogno adatte agli happy few. Mi rendo conto che sarebbe un business arcimiliardario e che tanta ricchezza così mobilitata avrebbe una discreta ricaduta anche sulla città nel suo insieme. Mi pongo però un serio problema del rapporto costi-ricavi. E i costi, esattamente come i ricavi, non sono mai soltanto economici o finanziari. Non ti chiedo di non farne di nulla. Anche perché so bene che non mi staresti a sentire e che non potresti farlo nemmeno se tu volessi. Ti dico soltanto: ripensiamoci, valutiamo, discutiamo“.

2 Commenti

  1. Grazie Professore per la Sua interpelazione al Sindaco.. Speriamo non faccia orecchie di mercante !

  2. Intanto inizierei ad indagare su chi ha dato il permesso di tagliare tre sequoie ultracentenarie nel giardino della ex villa Morrill (Casa Tora) sembra ora di proprietà di un ricco indiano, in Costa San Giorgio per sostituirle con piante di nespolo.
    Per il resto concordo con Cardini, parliamone!

I commenti sono chiusi.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.