Gio 25 Lug 2024

HomeToscanaCronacaBallottaggi in Toscana: centrodestra cerca conferme nei capoluoghi, derby a sinistra a...

Ballottaggi in Toscana: centrodestra cerca conferme nei capoluoghi, derby a sinistra a Campi

Ballottaggi – Sono Pisa, Siena e Massa (Massa Carrara), città amministrate dal centrodestra che le ha ‘sfilate’ al centrosinistra nel 2018, le principali sfide dei ballottaggi in Toscana.

La partita si gioca tra la riconferma del nuovo corso, superando anche alcune divisioni registrate al primo turno, o il ritorno allo storico alveo del centrosinistra. Sarà anche un banco di prova per il Pd a guida Schlein, che si è detta fiduciosa sull’esito dei ballottaggi in Toscana. In tutte e tre le città al voto il centrodestra parte avanti.

Grande attenzione anche per Campi Bisenzio (Firenze), dove la sfida è tutta nel centrosinistra: Pd da un lato e M5s e Sinistra dall’altro.

A Pisa, l’uscente Michele Conti, primo sindaco cittadino della Lega che cinque anni fa segnò il passaggio della città al centrodestra, non ha centrato la riconferma immediata per soli 15 voti. A sfidarlo Paolo Martinelli, candidato civico del centrosinistra appoggiato da Pd e M5s, unico caso in Toscana. Non ci sono apparentamenti ufficiali e solo Azione ha dato indicazione di voto per il centrosinistra. Sfida tutta al femminile a Siena. La posta è succedere all’uscente Luigi De Mossi, che non si è ricandidato e con il quale il centrodestra ottenne nel 2018 per la prima volta la guida di Siena. In corsa Nicoletta Fabio per il centrodestra, e Anna Ferretti per il centrosinistra. Anche a Siena nessun apparentamento è stato ufficializzato. A Massa cerca la riconferma Francesco Persiani, fautore anche lui nel 2018 del passaggio della città al centrodestra. Sfiduciato in Consiglio comunale a pochi mesi dal voto, Persiani al primo turno era sostenuto da Lega e Fi, ma non da Fdi. Fratelli d’Italia ha optato per Marco Guidi, tra gli autori della sfiducia a Persiani. In vista dei ballottaggi i coordinatori toscani dei tre partiti hanno assicurato l’unità del centrodestra a sostegno dei propri candidati. Dall’altra parte il candidato Pd Enzo Romolo Ricci che ieri ha ottenuto l’endorsement di Schlein.

La partita di Campi Bisenzio è stata ribattezzata il derby della sinistra, tra il candidato Pd Leonardo Fabbri e Andrea Tagliaferri. Per il Pd la posta ha una valenza politica ancor più rilevante: Campi Bisenzio è infatti l’epicentro in Toscana del Pd di Schlein, con il nuovo segretario regionale Emiliano Fossi, ex primo cittadino campigiano. La sinistra, con M5s, spera di replicare la presa del vicino comune di Sesto Fiorentino, dal 2016 governato da un sindaco di Sinistra Italiana.

Controradio seguirà in diretta lo spoglio dei voti con uno speciale ballottaggi che partirà dalle 16 sulle nostre frequenze (93.6-98.9 mhz), in streaming su controradio.it e sulla nostra App, fino alle19,30 con Domenico Guarino in conduzione. In studio  Fabrizio Morviducci e Stefano Fabbri, collegamenti con colleghi, cronaca, commenti ed interviste a politici ed istituzioni.  Martedì mattina dalle 8.00 in NewsLine il quadro dei risultati definitivi e le analisi post voto.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)