Assegnato il Premio Giornalistico Letizia Leviti 2019

Giornalistico Letizia Leviti

Firenze, la giuria del premio giornalistico Letizia Leviti, presieduta da Claudio Cordova, direttore de Il Dispaccio e vincitore del premio Letizia Leviti 2017 sezione web, e composta da Cecilia Anesi, Giulia Presutti, Sara Manisera e Flavia Barsotti, ha assegnato il premio Under 35 edizione 2019, che ha come tema “sul campo”, a Daniele Bellocchio ed una menzione speciale a Simona Berterame, per un particolare lavoro di reportage e inchiesta.

Il premio giornalistico Letizia Leviti, dedicato a giovani giornalisti che sanno far parlare la verità, è promosso dall’Associazione Letizia Leviti, fondata nel maggio 2017 a nome della giornalista di Sky Tg24 prematuramente scomparsa nel 2016 e presieduta da Giovan Battista Varoli.

Alla base i valori che la Leviti ha da sempre ricercato nell’esercizio della sua professione: onestà intellettuale, cura del linguaggio, profondità di contenuti e la volontà di essere dove accadono i fatti.

Sono stati questi i criteri di selezione che hanno guidato i giurati, i quali hanno vagliato oltre centotrenta elaborati di alto livello.”Vogliamo valorizzare –recita il bando 2019- il lavoro del giornalista che abbandona la scrivania per vedere con i propri occhi, toccare con mano e immergersi nelle storie e nei luoghi che racconta.

L’obiettivo è aprirsi al mondo, con sguardo libero e privo di condizionamenti, con spirito umano e rivoluzionario sui grandi temi che da sempre l’uomo indaga.” La giuria ha preso inoltre in considerazione la capacità di unire il lavoro sul campo al lavoro di ricerca e di verifica delle fonti e delle informazioni.

Presenti alla cerimonia il sindaco di Firenze Dario Nardella, nomi di spicco del giornalismo italiano, tra cui Paolo Graldi, Emilio Carelli, insieme a tre dei vincitori dei premi under 35 e web delle passate edizioni: Francesca Borri, Andrea De Georgio e Sacha Biazzo. La serata è stata condotta dal professor Giuseppe Benelli insieme a Tonia Cartolano di SKy tg24

Il regista Giancarlo Cauteruccio ha letto brani di Letizia Leviti da una lectio magistralis in cui si concentra il senso del suo lavoro.

Un momento musicale, con trascrizioni per archi e saxofono di brani di Franco Battiato, Vasco   Rossi e Mina e con il sax di Francesco Santucci ha preceduto l’assegnazione dei due premi.

La manifestazione è patrocinata dal Comune di Firenze e Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

avatar