Ven 14 Giu 2024

HomeToscanaAmbienteAllevamenti: in Toscana è allarme fieno

Allevamenti: in Toscana è allarme fieno

A causa di siccità ed incendi in Toscana gli allevamenti sono messi a dura prova. Il centro di recupero equino Ihp di Montaione (Firenze) lancia un appello “aiutate  i nostri animali”

Un appello a procurare fieno perché sta mancando e raggiunge costi proibitivi. Lo ha lanciato il centro di recupero equino Ihp che si trova in Toscana, a Montaione (Firenze) ed accoglie animali maltrattati, anziani e affidati in custodia giudiziaria dai tribunali. “Negli ultimi 12 mesi, da luglio 2021 a giugno 2022, per i nostri animali abbiamo consumato circa 500 balloni di fieno, spendendo 17.500 euro e cioè 35 euro a ballone, ma il nostro abituale fornitore ci ha detto che non ci potrà più fornire neanche un ballone di fieno, a causa del pochissimo fieno prodotto nella nuova annata” spiega il presidente Sonny Richichi.  Che aggiunge “al momento abbiamo trovato circa 200 ad un prezzo già molto maggiorato: si parla di almeno 45 euro a ballone. Stiamo facendo fatica a trovarne altro perché c’è una generalizzata scarsa produzione e, se lo troviamo, dalle ricerche fatte finora sembra che il prezzo sia fino al doppio di quello pagato lo scorso anno. Per noi sarebbe un salasso insostenibile” dato che “Ihp non riceve finanziamenti pubblici di nessun tipo, neppure il rimborso spese per il mantenimento degli animali che le vengono affidati dai Tribunali dopo i sequestri”.

La siccità e gli incendi mettono a dura prova gli allevamenti in Toscana, specie nelle zone colpite da roghi di boschi e campagne ed arriva il momento dei gesti di solidarietà e quello degli appelli a sopperire alla carenza. Coldiretti Grosseto elogia una ‘colletta’ di fieno degli allevatori fatta per aiutare collega danneggiato dalle fiamme di Cinigiano, il paese attaccato dalle fiamme ed evacuato il 25 luglio scorso. Il fuoco distrusse 700 ettari. La Coldiretti spiega che una carovana di trattori con rimorchi ha consegnato 25 balle di fieno al collega colpito dall’incendio. “Ringrazio agricoltori ed allevatori che hanno mostrato concreta vicinanza ed amicizia all’allevatore che in poche ore si è visto divorare il fienile con il fieno per l’inverno – spiega Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Grosseto – Il fieno è stato donato dalle aziende zootecniche di Manciano e zone limitrofe che non sono state interessate dalle fiamme. Con grande spirito di solidarietà hanno risposto al nostro invito mettendo a disposizione parte delle scorte che, per la siccità, sono inferiori alle aspettative e probabilmente non saranno sufficienti per l’inverno”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)