Aggressione Rondinella: daspo a 4 giocatori e 2 spettatori

Firenze

Il Daspo, elaborato dalla divisione anticrimine della questura, prevede il divieto di accesso alle manifestazioni sportive e di stazionamento nelle adiacenze degli eventi sportivi.

I destinatari dei provvedimenti presi dal  questore di Firenze, Filippo Santarell sono sei giovani, età tra i 19 e i 23 anni, denunciati nei giorni scorsi nell’ambito delle indagini sull’aggressione avvenuta dopo la partita di calcio Fiesole-Rondinella del 30 ottobre scorso. Tra i destinatari della misura di prevenzione ci sono quattro calciatori del Fiesole e due spettatori. per loro è previsto un  Daspo da due a cinque anni.

I sei giovani destinatari del Daspo sono indagati per lesioni e percosse in concorso. In base agli accertamenti svolti dai carabinieri, avrebbero fatto parte di un gruppo di circa 20-30 persone, tra tifosi e giocatori del Fiesolecalcio che il 30 ottobre scorso ha aggredito bastonandoli i giocatori e lo staff tecnico della Rondinella fuori dal campo sportivo della Caldine di Fiesole (Firenze). A seguito dell’episodio due calciatori del Fiesolecalcio sono rimasti feriti. Sempre in base a quanto appreso, non è escluso che i calciatori raggiunti dal Daspo possano ricevere autorizzazioni speciali per partecipare almeno agli allenamenti della propria squadra.

Tutti i destinatari della misura preventiva sono incensurati ad eccezione di uno degli spettatori, un giovane romeno, che è stato sottoposto a Daspo di 5 anni. Sempre in base alle indagini, avrebbe ammesso di aver partecipato alla fase finale dell’aggressione. Avrebbe anche specificato di non conoscere i motivi scatenanti dell’episodio ma di essere intervenuto perché voleva dare manforte ai suoi amici impegnati nell’agguato alla squadra avversaria che aveva vinto la partita e stava lasciando l’impianto sportivo per tornare a casa.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments