🎧 Afghanistan: le calciatrici di Herat sono a Firenze.

🎧 Afghanistan: le calciatrici di Herat sono a Firenze.
/

Sono arrivate a Firenze le calciatrici di Herat. Determinante l’impegno del Cospe, dell’Istituto Universitario europeo, della Caritas e del Comune di Firenze. In campo anche la Fgic.

Tutto è partito da un messaggio ricevuto da Stefano Liberti, giornalista, scrittore ed ex ricercatore dell’Istituto universitario europeo di San Domenico di Fiesole. Liberti aveva raccontato in un documentario la storia della squadra di calcio femminile di Herat, Afghanistan. Nei giorni della tragedia, della caduta, è stato contattato per una richiesta di aiuto, per scappare.

Le calciatrici di Herat – tutte intorno ai 19 anni – hanno bruciato ogni divisa, maglietta, gagliardetto che potesse ricondurle alla loro grande passione e si sono messe in viaggio. Grazie al Cospe – le cui cooperanti lavorano 12 ore al giorno da metà agosto, in modo del tutto volontario – il viaggio pericolosissimo ha fatto prima tappa a Kabul per poi concludersi a Firenze.

Oggi le ragazze di Herat ed il loro allenatore sono al sicuro. Loro sì, mentre temono per loro famiglie rimaste in Afghanistan. Sono ospitate dalla Caritas e dal Comune di Firenze, altre parti attive – con l’Istituto universitario europeo – per portare a termine un viaggio estremamente pericoloso e complesso nella sua organizzazione.

Le ragazze sono arrivate senza valige, con una vita in un sacchetto di plastica. Felici di avercela fatta, spaventate, curiose. E circondate da affetto, attenzione, e importanti misure di sicurezza. Anche la Federazione italiana gioco calcio si sta adoperando per il loro inserimento e sono già numerose le squadre femminili italiane che si sono dette felici di accoglierle.

Vai sul sito del Cospe per dare il tuo sostengo all’Emergenza Afghanistan.

In Podcast le interviste con Francesca Pieraccini Direttrice del Cospe, Costanza Hermanin Fellow dell’Istituto Universitario europeo e Consigliere speciale del Sindaco di Firenze per il Terzo settore, Renzo Ulivieri Fgic, Sara Funaro Assessore al Welfare del Comune di Firenze.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments