200 transenne per impedire accesso ai giardini pubblici

200 transenne

Firenze, 200 transenne e nastri bianchi e rossi per rafforzare la segnaletica e delimitare nuovamente le aree verdi chiuse al pubblico, nel rispetto delle norme per contenere il contagio da Coronavirus e in aggiunta a un maggior presidio della polizia municipale.

Le 200 transenne sono i dispositivi ulteriori che tra oggi e domani saranno installati dai giardinieri della direzione Ambiente per delimitare giardini e aree verdi, e rafforzare la segnaletica specie nelle zone dalle quali era stata rimossa nei giorni scorsi.

“In vista delle prossime festività – ha detto l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re – rinnoviamo l’appello ai cittadini a tenere comportamenti corretti e a non entrare nei giardini chiusi: è fondamentale che tutti rispettiamo le norme per non creare danno a noi stessi e alle persone più fragili. Nei giorni scorsi si sono verificate purtroppo anche violazioni di alcuni spazi chiusi, come ad esempio delle aree cani: ricordo che la trasgressione dei divieti comporta sanzioni anche di natura penale. Ringrazio infine gli operatori della Direzione Ambiente, che anche in questi giorni sono al lavoro per la nostra tutela e per continuare a prendersi cura del nostro ambiente”.

Le 200 le transenne saranno installate entro domani nei luoghi più critici indicati dalla Polizia municipale, anche in vista delle festività pasquali. Nel dettaglio, saranno maggiormente transennati i giardini di viale Righi e via Levi, l’inizio della pista ciclopedonale dietro Obihall, l’area verde di piazza Oberdan e i giardini di via Caracciolo (Q2); l’area verde di piazza Elia Dalla Costa e l’ingresso del parco Anconella/Albereta da piazza Ravenna (Q3); le rampe di accesso all’Argingrosso (Q4).

avatar