giovedì , 27 aprile , 2017 11:01
CGIL FISAC
Home /

Tag Archives: acqua

TALLIO PIETRASANTA: IDENTIFICATA FONTE CONTAMINAZIONE

immagine-laboratorio-gaia

I ricercatori del dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa e dell’istituto Officina dei Materiali del Cnr hanno identificato le fasi solide ricche in tallio che in parte sono responsabili della contaminazione delle acque potabili dell’acquedotto di Valdicastello Carducci, a Pietrasanta (Lucca). Lo ha reso noto l’ateneo pisano spiegando che lo studio “è stato pubblicato sulla rivista internazionale Science of the Total Environment. “Le indagini – sottolineano il coordinatore dello studio Massimo D’orazio e il ricercatore del Cnr, Francesco d’Acapito – hanno mostrato la presenza, nelle incrostazioni ferruginose che rivestono la superficie interna delle condutture idriche, di ossidi di tallio e cloruro di tallio. La ricerca ha evidenziato il ruolo attivo giocato dal trattamento delle acque potabili in particolare l’uso di ossidanti a base di cloro, nel favorire la precipitazione di questi composti a partire da acque contaminate in tallio monovalente come quelle della sorgente Molini di Sant’Anna. Quest’ultima, identificata come sorgente primaria della contaminazione da tallio, è stata esclusa dalla rete idrica di Valdicastello Carducci-Pietrasanta a partire dall’autunno 2014. La precipitazione ha sequestrato parte del tallio, probabilmente limitando l’esposizione umana a questo elemento, ma la natura moderatamente solubile del cloruro di tallio presente nelle condutture ha contribuito a generare una nuova e inattesa fonte di contaminazione di questo elemento, in grado di rilasciare lentamente tallio nell’acqua potabile”. Il tallio è l’elemento chimico di numero atomico 81. Il suo simbolo è Tl. È un metallo del blocco p grigio e malleabile; somiglia allo stagno, ma scurisce per ossidazione quando ...

Read More »

TOSCANA, SCIOPERO 4000 ADDETTI GAS-ACQUA

sciopero presidio presidi lavoratori edili

Indetto per il 17 marzo uno sciopero dei lavoratori gas-acqua. A Firenze presidio dalle 9.00 presso Palazzo Vecchio. Presidi anche a Livorno, Lucca e Pisa. Il 17 marzo 2017 anche in Toscana sciopero dei lavoratori delle aziende del settore gas-acqua – sono 4.000 nella regione -, per rivendicare il diritto al rinnovo del contratto nazionale di lavoro, scaduto ormai da oltre 14 mesi. “Le assemblee che si sono svolte in tutte le aziende della nostra regione – affermano Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil – hanno registrato un’altissima partecipazione e la forte convinzione di rispondere con la mobilitazione a quelle che vengono considerate delle vere e proprie provocazioni da parte datoriale”. A Firenze, dalle 9, si terrà anche un presidio presso Palazzo Vecchio dei lavoratori gasisti e acquedottisti, che arriveranno anche da altri territori della Toscana, per sollecitare “la giusta attenzione dei sindaci proprietari ai temi della vertenza e, in generale, della gestione dei servizi”. Presidi anche a Livorno – dalle 7.30 alle 9.30, davanti alla sede di Asa in via del Gazometro -, a Lucca, dove dalle 10, davanti alla prefettura, si ritroveranno anche gli addetti di Massa Carrara e a Pisa dove l’appuntamento è in via Archimede Bellatalla, davanti alla sede del Gruppo Acque e di Toscana Energia.

Read More »

PUBLIACQUA, ACQUE E FIORA LANCIANO SPORTELLI ON LINE E APP

publiacqua acque flora app e sportelli on line

Sportelli on line, App, e social network, per migliorare ulteriormente il servizio idrico e il rapporto con i cittadini. Sono le novità lanciate dai gestori del servizio idrico toscani Publiacqua, Acque e Acquedotto del Fiora, e presentate oggi a Firenze. Una ‘digital trasformation’, come l’hanno definita Giuseppe Sardu, presidente di Acque Spa, Emilio Landi e Aldo Straqualursi, presidente e Ad di Acquedotto del Fiora, Simone Barni e Emanuela Cartoni, vicepresidente e Ad di Publiacqua SpA, Alessandro Mazzei, Direttore generale dell’Autorità Idrica Toscana, e Alfredo De Girolamo, presidente di Confservizi Cispel Toscana. Grazie ai nuove strumenti, gli utenti dei tre gestori hanno da ora in poi la possibilità di controllare il proprio estratto conto, verificando e tenendo sotto controllo lo stato dei propri pagamenti. E’ possibile inoltre controllare tutti i propri contratti attivi con l’azienda ed attivarne di nuovi, variare i propri dati ed effettuare tutte le pratiche inerenti il servizio di acquedotto. E ancora, fare volture, inviare l’autolettura, chiedere una rettifica della fattura, fare un reclamo. Si possono inoltre scaricare e stampare le fatture e pagare online le bollette che risultano ancora non saldate. Per accedere a tutti i servizi disponibili è sufficiente registrarsi fornendo il proprio codice fiscale, un indirizzo mail e compilare poi la form con i dati personali. Realizzate anche tre App (MyPubliacqua, MyAcque e MyFiora) per disporre degli servizi anche via smartphone o tablet. Altra novità è la possibilità, a breve, per i cittadini del territorio servito dalle tre aziende, di poter gestire le proprie utenze ...

Read More »

ATENEO SIENA: CON ACQUA RUBINETTO MENO GAS SERRA

acqua rubinetto

Se consumassimo solo acqua del rubinetto, diminuiremmo del 4% l’effetto serra nel nostro Paese. Lo spiegano i ricercatori dell’Università di Siena, che sottolineano la strettissima connessione fra usi di acqua e di energia, in una serie di studi che, da anni, indagano l’interdipendenza fra i sistemi delle  risorse naturali a livello globale. “Assumere 1,5 litri di acqua del rubinetto, rispetto alla stessa quantità di una bottiglia di plastica, consente di evitare l’emissione di circa 335 grammi di gas responsabili dell’effetto serra” – dice il professor Simone Bastianoni, del dipartimento di Scienze fisiche, della Terra e dell’ambiente dell’ateneo senese. “Se consideriamo che in media si bevono circa 3 litri di acqua al giorno, pari a due bottiglie, il risparmio annuale di anidride carbonica ammonta a quasi 0,25 tonnellate di gas serra. Dato che un italiano in media produce 6,4 tonnellate di gas serra ogni anno, ecco che bevendo solo acqua imbottigliata si causerebbe circa il 4% dell’effetto serra”. Stime teoriche che non sono così lontane dalla realtà visto che i dati ci classificano primi in Europa per il consumo di acqua minerale, e tra i primi paesi al mondo. Sulla base di questi studi, l’Università di Siena promuove tra i suoi studenti, docenti e dipendenti l’utilizzo di acqua del rubinetto, tra le varie attività di promozione della sostenibilità e di rispetto ambientale. Dopo una ricognizione del consumo idrico nelle varie sedi dell’Ateneo, in ogni plesso si stanno installando distributori per l’erogazione dell’acqua diretta potabile, incentivandone il consumo in alternativa all’acqua in bottiglia. ...

Read More »

FREDDO: PUBLIACQUA, 6 MILA CONTATORI ROTTI IN 4 GIORNI

FREDDO

Oltre 6 mila segnalazioni al  Numero Verde Guasti  di Publiacqua (800 314 314) e circa 1.000 contatori rotti o danneggiati dal ghiaccio. Questo il bilancio aggiornato alla giornata di ieri di questi giorni di basse temperature sul territorio dei 46 Comuni dove Publiacqua gestisce il servizio. Un bilancio ancora provvisorio, in continuo aggiornamento e che, fa i conti con i problemi causati, in prevalenza, dalle rotture dei contatori, non adeguatamente protetti, e dal congelamento dei tubi esterni privati oltreché dai problemi sempre creati dal ghiaccio alle tubazioni ed agli impianti dell’acquedotto. Problemi si sono registrati e si stanno registrando su tutto il territorio e riguardano, come detto i contatori (se ne contano circa 1.000 rotti o congelati), le tubazioni dell’acquedotto, con rotture determinate dalla variazione termica, ed anche i nostri impianti, visto che tutti gli apparati e le tubazioni che li alimentano, specialmente per quanto riguarda gli impianti collinari, sono soggette alle bassissime temperature notturne. Il personale Publiacqua è mobilitato a fronteggiare questa situazione e nel solo fine settimana scorso il numero di interventi si è quadruplicato rispetto alla normale attività del weekend. Particolare attenzione viene posta sulla sostituzione contatori in quanto questa tipologia di guasti comporta mancanza d’acqua e impossibilità di far funzionare gli impianti di riscaldamento. Attualmente i nostri operatori, lavorando riescono a sostituire oltre 200 contatori al giorno. Il Numero Verde Guasti (800 314 314), opportunamente potenziato, da sabato ha già ricevuto oltre 6 mila segnalazioni dal territorio ed anche in queste ore sta ricevendo ancora moltissime telefonate, è ...

Read More »

FIRENZE: AGEVOLAZIONI SULLE BOLLETTE DELL’ACQUA PER FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’

agevolazioni fiscali acqua

L’Autorità Idrica Toscana prevede 5 milioni di agevolazioni tariffarie sulle bollette per le famiglie meno abbienti Il provvedimento riguarderà circa il 2%degli utenti (su un milione e mezzo totali), cioè quasi 32mila toscani per una media rimborsi di circa 162 euro sulla bolletta annuale. Nel corso del 2017 sono previsti tali sconti nelle bollette del servizio idrico integrato dei cittadini toscani, per un impiego di risorse dell’1% del fatturato generale di tutte le aziende di gestione del servizio idrico. L’Autorità Idrica ha approvato un regolamento che permette a tutti i Comuni della Regione di poter disporre di fondi per il rimborso di almeno un terzo della spesa annua degli utenti, fino quasi al rimborso completo (in casi eccezionali in cyui il Comune abbia poche richieste da parte dei propri cittadini). Il rimborso di parte della bolletta sarà a disposizione delle utenze svantaggiate, cioè di coloro che presenteranno una dichiarazione Isee al proprio Comune di residenza, entro i termini del bando che ciascun ente locale toscano è tenuto ad attivare. Il direttore generale Alessandro Mazzei ha dichiarato: “Sono le agevolazioni tariffarie che l’Autorità Idrica Toscana ha deciso per le utenze deboli e che sono state salutate con grande favore da tutti i sindaci e delle associazioni dei consumatori. In periodi di difficoltà economiche Ait ha voluto dare un aiuto alle famiglie che sono rimaste indietro, sperando di alleviare un po’ il peso della crisi”. I bandi saranno deliberati da ciascun Comune con scadenze, mobilità e disponibilità economiche differenti da zona a ...

Read More »

MAZZEI (AIT): I PRIVATI NELLA GESTIONE DELL’ACQUA? A QUESTO PUNTO POTREMMO ANCHE FARNE A MENO …

lungarno torrigiani AIT

Il direttore dell’autorità Idrica Toscana: i capitali messi dai privati nella gestione del servizio sono finiti, ora i soldi si prendono dalle banche, dunque li potrebbero prendere direttamente i comuni… Cucù il privato non c’è più. Almeno non sembra più esserci l’esigenza di averli nella gestione del servizio idrico. La novità, a qualche anno dal referendum del 2011, ‘sgorga’ è proprio il caso di dirlo, dalle riflessioni di Alessandro  Mazzei, direttore dell’AIT, ovvero l’autorità l’Autorità Idrica Toscana  l’ente pubblico rappresentativo di tutti i comuni toscani, al quale sono attribuite  le funzioni di programmazione, organizzazione e controllo sull’attività di gestione del servizio idrico integrato, tra le quali il compito di fissare  le tariffe per il servizio in tutta la regione. Tariffe che, per latro, in Toscana sono sempre state molto ma molto care. La corsa al rincaro, iniziata negli anni passati in Toscana prima che in altri territori del Paese, non si è infatti mai arrestata, tanto che anche lo scorso anno l’indagine promossa da Federconsumatori valutava che tre gestori toscani, quelli di Pisa, Siena e Grosseto, occupavano il podio dei più cari in Italia, ma nelle prime dieci piazze erano ben sei le province toscane, Firenze compresa. E come se non bastasse nel 2015 le bollette nei 10 capoluoghi della Toscana sono aumentate ovunque del 6-7%, largamente al di sopra dell’aumento generale del costo della vita. Mentre altri dati, come quello della dispersione della risorsa idrica, che nella regione supera il 37%, sono – secondo Federconsumatori – sopra la media. Se per ...

Read More »

ACQUA: DISAGI PER LAVORI A FIRENZE DOMANI E VENERDI’

acqua

Forti abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua nell’intero Comune di Firenze potranno registrarsi a partire dalle ore 22.00 di giovedì 20 alle ore 6.00 di venerdì 21 ottobre. E’ quanto comunica Publiacqua in una nota spiegando che nelle stesse ore verrà effettuato un intervento “indispensabile” sulla rete idrica di piazza Demidoff, lavori che riguardano il cantiere di Lungarno Torrigiani. Abbassamenti di pressione e temporanee mancanze d’acqua potranno però interessare, nelle stesse ore, spiega ancora la società che gestisce l’acquedotto, anche i Comuni che ricevono un’integrazione di acqua diretta dall’impianto fiorentino e quindi: Bagno a Ripoli, Scandicci, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Pistoia, Fiesole, Calenzano e Prato. E gli stessi fenomeni potranno aversi anche a Impruneta e San Casciano Val di Pesa. Intanto nell’aretino sono stati registrati disagi in particolare nelle ore serali, a Faella e in altre zone vicine del comune di Castelfranco Piandiscò, come Stagi e Montecarelli. Acqua che nei rubinetti arriva a singhiozzo, da domenica sera.  Publiacqua spiega che un primo intervento di riparazione è stato effettuato lunedì, ma non è stato sufficiente:  un nuovo guasto sulla rete dell’acqua si è verificato nella mattina di oggi, mercoledì, e ha portato con sé altri problemi. I tecnici sono intervenuti per risolvere il problema.

Read More »

PRATO: 1,2 MILIONI PER LAVORI A RETE IDRICA

prato

Publiacqua e Commissione Ambiente hanno fatto il punto sulle opere eseguite. Diminuite le perdite occulte e recuperati 200 litri al secondo di acqua L’incremento dell’attingimento dalla falda è ulteriormente aumentato ed oggi quest’acqua rappresenta circa il 50% di quella immessa in rete, riducendo l’integrazione da Firenze ed aumentando la potenziale autonomia idrica della città di Prato. Inoltre, se per servire la città di Prato a settembre 2015 era necessaria una portata giornaliera di oltre 1000 l/s, infatti, nell’estate 2016 la portata giornaliera necessaria è calata a circa 820 l/s. Insomma, più efficienza, meno perdite e pressioni adeguate garantiscono un servizio continuo a tutta la città a fronte di un minor impiego di risorsa. Presenti all’incontro con la stampa Filippo Alessi, Assessore all’Ambiente del Comune di Prato, Simone Barni Vice Presidente di Publiacqua, ed i tecnici dell’azienda che stanno lavorando sul territorio. “Publiacqua ha fatto investimenti importanti su Prato, conseguendo un generale miglioramento, soprattutto contro le perdite occulte di acqua e il recupero della risorsa di ben 200 litri al secondo che abbassano la quota del fabbisogno dell’area pratese rendendo il sistema più stabile – ha detto l’Assessore all’Ambiente Filippo Alessi – Migliora anche la qualità dell’acqua grazie al sistema di filtri a carboni attivi presso l’Impianto di Falda 1. L’obiettivo comune adesso è incrementare la capacità di utilizzo della falda pratese e il prelievo per rendere sempre più autonomo il territorio pratese”. Soddisfatto anche il Vicepresidente di Publiacqua Simone Barni. “Il lavoro che stiamo facendo su Prato è importante e, ...

Read More »