Via al processo Open, Renzi: “É scandalo assoluto”

la sede della fondazione open Renzi
© Imagoeconomica SEDE FONDAZIONE OPEN

Firenze – Il senatore Matteo Renzi ha raggiunto il tribunale di Firenze per l’inizio dell’udienza preliminare del procedimento Open che lo vede tra gli indagati. Renzi annuncia anche l’uscita di un libro che racconterà questa vicenda giudiziaria.

Iniziato il processo per la fondazione Open che oltre a Matteo Renzi vede indagati altri 10 imputati, tra cui i parlamentari Maria Elena Boschi e Luca Lotti, l’avvocato Alberto Bianchi, ex presidente di Open, e l’imprenditore Marco Carrai.

“Secondo la Corte di Cassazione il processo Open si dimostra per quello che è, cioè uno scandalo assoluto. La Cassazione, non le difese, ha spiegato con chiarezza per cinque volte che l’operato dei magistrati di Firenze ha infranto le regole”. Ha detto il senatore Matteo Renzi ai giornalisti, dopo aver partecipato all’inizio dell’udienza preliminare sul procedimento Open uscendo dall’aula, dove è stato presente.

“Ho fatto il presidente del Consiglio dei ministri e quindi rispetto le istituzioni”, ha anche detto Matteo Renzi, mentre riguardo alla sua presenza all’avvio dell’udienza preliminare ha aggiunto: “Sarò qui anche alle prossime udienze compatibilmente con il calendario laddove sarà possibile. Sarò qui a dire con molta franchezza che noi stiamo rispettando la legge. I magistrati di Firenze” invece “non hanno rispettato né la Costituzione né la legge né le sentenze della Corte di Cassazione. Questa vicenda tra qualche anno sarà nei manuali di cronaca giudiziaria come uno scandalo assoluto”.

“C’è un collegio difensivo di altissimo livello – ha poi osservato il senatore di Italia Viva -, avvocati straordinari, agevolati dalla Cassazione che è stata la prima a sbriciolare l’impianto accusatorio della procura di Firenze”.

“Nonostante questo siamo qua”, ha aggiunto “per anni saremo in questo processo.” Io ho visto i pm di Firenze violare la Costituzione, violare la legge. Mi auguro che non abbiano violato la Cassazione inviando il materiale su Carrai al Copasir, perché sarebbe l’ennesimo sfregio alle istituzioni e al diritto. Andiamo avanti con il sorriso. Vogliamo giustizia e la otterremo chiedendo di aprire un procedimento nei confronti dei pm” di Firenze “a Genova. Quindi, avanti a testa alta”, ha aggiunto Renzi.

Chiediamo – ha aggiunto Renzi in relazione all’esposto presentato a Genova – che i magistrati di Firenze siano processati non per le molestie sessuali del procuratore capo di Firenze Creazzo, questo problema riguarda loro e il Csm, non per ciò che ha fatto il dottor Nastasi a Siena, che è uno scandalo assoluto ma non riguarda questo processo. No, noi chiediamo che siano processati per aver violato la Costituzione e la legge”, “noi chiediamo giustizia”.

“Il processo Open sarà molto interessante soprattutto per gli studenti di diritto e per i ragazzi che fanno la scuola della magistratura a Castelpulci, per dire quanto sia importante ciò che sta avvenendo: è il momento di dire le cose come stanno”. “Sono mesi, anni che ci sono plurime, e reiterate iniziative” giudiziarie “nei miei confronti – aggiunge – e ora ho scelto di scrivere un libro, di circa 200 pagine, che si chiamerà ‘Il Mostro’ e uscirà il 10 maggio. Vi troverete alcune valutazioni. Penso che chi leggerà quel libro dal giorno dopo avrà una valutazione diversa su quello che è successo in questi anni in Italia non solo a Firenze”

Matteo Renzi, ricevuta la notifica della richiesta di rinvio a giudizio, rispose firmando una denuncia a carico del pm fiorentini per presunta violazione dell’articolo 68 della Costituzione sulle prerogative dei parlamentari e abuso d’ufficio.

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments