Unione Inquilini presidia Consiglio regionale Toscana

toscana

In commissione sanità si sta svolgendo una serie di audizioni sulla nuova proposta legge sulle case popolari della Toscana, al centro di varie polemiche.

“Questa nuova legge è una cosa grossissima”, ha spiegato il presidente nazionale dell’Unione inquilini Vincenzo Simoni, “perché riguarda 47 mila famiglie assegnatarie e 25 mila famiglie che hanno fatto domanda. Dobbiamo difendere quello che c’è già di buono nelle case popolari affinché non vada tutto in malora”.
Per Simoni “occorre garantire la sicurezza abitativa a chi già è nelle case popolari e un’accoglienza tranquilla ai nuovi assegnatari, per non innescare tensioni e conflitti. Negli ultimi tre anni c’è stata una decadenza continua di nuove costruzioni Erp, e ormai si assegnano quasi solo le case di risulta, ovvero quelle che si liberano per il decesso dei vecchi assegnatari”.
“Insieme agli altri sindacati oggi in audizione”, ha spiegato ancora Vincenzi, “abbiamo presentato 44 emendamenti alla proposta di legge. E’ praticamente un nuovo testo, questa pdl potevano farla fare a noi”.
avatar