Uccide un gatto e lo cucina in strada, duro attacco della Ceccardi

Gatto

Livorno, un uomo ha ucciso un gatto e si è messo a cucinarlo accendendo un fuoco sul marciapiede vicino alla stazione di Campiglia.

Questo è quanto ricostruito dai carabinieri, intervenuti stamani dopo più segnalazioni, e che hanno poi identificato l’autore in un 21enne che sarà denunciato per uccisione di animali. Il giovane è stato poi accompagnato in caserma in attesa che venga chiarita la sua posizione sul territorio nazionale: al momento non risulterebbe regolare. I militari sono intervenuti stamattina poco prima delle 7 a seguito di numerose chiamate di cittadini.

Il giovane è stato poi denunciato, e ai controlli dei carabinieri di Piombino è anche emerso che il 21enne straniero è in attesa dell’esito del ricorso che ha presentato al tribunale di Firenze dopo che gli era stato negato lo status di rifugiato.

Nel frattempo, la carcassa abbrustolita dell’animale che l’uomo stava cucinando è stata rimossa dal marciapiede e l’area bonificata da una ditta specializzata.

Non si è fatta scappare questa occasione Susanna Ceccardi, europarlamentare della Lega e candidata per il cetrodestra alla presidenza della Toscana, per attacare duramente gli avversari politici: “Questa non è integrazione. Questo è il risultato del sistema toscano dell’accoglienza con cui la sinistra ed il Pd hanno creato un vero e proprio business lasciando sbarcare nel nostro paese migliaia di immigrati che non hanno nessun interesse di integrarsi seguendo le nostre più basilari regole civili. Senza mostrare alcuna sensibilità nei confronti dell’animale, l’immigrato ha continuato senza vergogna a bruciare il povero gattino sul fuoco – ha scritto sulla sua pagina Facebook la Ceccardi postando anche un video relativo all’accaduto. Ceccardi ha parlato di  – Episodio agghiacciante nella sua brutalità, ma purtroppo del tutto vero”.

“Alle persone che stamani hanno assistito a questa scena e che sono ancora scosse per l’accaduto voglio esprimere la mia solidarietà, per il coraggio che hanno avuto di intervenire e provare a mettere fine a questa brutalità anche se ormai per la bestiola innocente non c’era più nulla da fare. Mi complimento con i carabinieri”, che sono intervenuti.

“Adesso chiediamo una condanna esemplare perché nella nostra civiltà gli animali di affezione non si toccano e meritano la massima umanità ed il rispetto per tutto l’amore incondizionato che offrono senza chiedere niente in cambio”.

0 0 vote
Article Rating
guest
3 Commenti
vecchi
nuovi i più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Pippo
Pippo
2 mesi fa

… dopo la conferenza stampa ha invitato i giornalisti ad un pranzo da Mario alle Caldine.

Tommaso
Tommaso
2 mesi fa

Ceccardi senza vergogna, sa benissimo che le leggi sull’immigrazione della destra sono l’unica causa della mancata integrazione

Mario Tognazzolo
Mario Tognazzolo
2 mesi fa
Reply to  Tommaso

l tempo è diverso dallo spazio. L’istinto ancestrale, precedente caccia e pastorizia, è quello del raccoglitore. Ora senza scomodare il tabù della “razza” che come sappiamo “non esiste”, guardiamo alla inclinazione culturale di chi, posto in un paese industriale dai tempi dell’età del ferro, suppone di saltare i millenni con una migrazione.