Tramvia del Chianti, Nardella: “Non sono contrario, va fatto progetto”

Tramvia Chianti

Come già annunciato da Controradio la settimana scorsa è nata l’ipotesi di una tramvia del Chianti. Quindi non solo Bagno a Ripoli, Piagge, Campo di Marte, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, ma anche un collegamento che passi da Porta Romana, Due Strade, Galluzzo fino a Tavarnuzze.

“C’è un progetto – ha detto il sindaco Dario Nardella in un’intervista a Lady Radio – realizzato anni fa, di una tramvia del Chianti” in grado di partire da “piazza Pier Vettori, quindi dalla connessione con la linea 1”, raggiungere “Porta Romana” e poi salire “verso Impruneta fino ad arrivare a Tavarnuzze”. La linea transiterebbe dal “Poggio Imperiale”.

Sulle altre linee, ha detto, “ho quattro obiettivi nel mio mandato: realizzare quella per Bagno a Ripoli, quella per le Piagge e finire la progettazione della linea per Sesto e per il lotto 2 per Campi Bisenzio”.

“Non sono contrario – ha aggiunto – alla linea dell’Osmannoro: va fatto un progetto di fattibilità, ricordo che Confindustria sia era resa disponibile. Noi ora abbiamo la fase 2, ovvero la linea per Bagno a Ripoli, quella per le Piagge e la variante al centro storico piazza San Marco. La fase 3 io credo potrà essere quella della linea di Campo di Marte, quella del prolungamento della linea a Sesto Fiorentino e può essere anche la linea dell’Osmannoro e quella per Campi Bisenzio. Poi ci può essere anche una fase 4 della tramvia: la fase 4 può essere la linea di prosecuzione di Scandicci, il braccio finale che è una richiesta che il sindaco di Scandicci ha avanzato e anche la tramvia del Chianti”.

Il sindaco di Impruneta Calamandrei ai nostri microfoni aveva spiegato che il progetto è in fase di studio avanzato ed è realizzabile.

 

 

avatar