Mar 16 Apr 2024

HomeToscanaToscana Aeroporti: a breve dibattito pubblico su nuova pista Peretola

Toscana Aeroporti: a breve dibattito pubblico su nuova pista Peretola

Firenze, Toscana Aeroporti fissa al 28 ottobre l’inizio dell’iter del dibattito pubblico per raccogliere i pareri dei cittadini e dei comuni, sulla nuova pista dell’aeroporto. L’ipotesi prevede un tracciato obliquo di 2200 metri.

Entro fine mese, il coordinatore del Dibattito pubblico, darà il via alla prima assemblea pubblica sul possibile allungamento della pista dell’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze. Da questo momento ci saranno poi quarantacinque giorni di tempo per raccogliere i pareri favorevoli o contarti per arrivare, entro Natale, ad una relazione definitiva e alla successiva decisione.

Il dibattito pubblico, coinvolgerà i singoli cittadini, le associazioni di categoria, le amministrazioni ed i comitati. I pareri sono variegati, da una parte vi sono residenti schierati per spostare il tracciato, e far così deviare il traffico aereo che attualmente rende la vita infernale agli abitanti della zona. Dall’altra parte invece troviamo gli oppositori, perché vi è il timore che in decollo e in atterraggio l’impatto possa ricadere su altre zone abitate.

Toscana Aeroporti, dopo la bocciatura del Tar sul progetto che vedeva la pista parallela rispetto all’A1, ha progettato un nuovo intervento. Questo, prevede l’allungamento a 2200 metri della pista.

Marco Carrai, presidente di Toscana Aeroporti, a margine del consiglio delle Grandi aziende fiorentine ha affermato: “Mi pare che in questo caso il processo si sia avviato e speriamo che non ci siano intoppi come le altre volte. C’è un percorso partecipativo che è quello imposto dalla legge, e naturalmente il soggetto che lo deve attivare non è la Regione ma è Toscana Aeroporti in accordo con Enac. Altra cosa è il percorso politico partecipativo del presidente della Regione, che noi abbiamo apprezzato e che mi sembra stia dando i suoi buoni frutti”.

In termini di traffico, secondo il presidente di Toscana Aeroporti, “non si ravvisano problematiche nell’immediato. E’ chiaro che il prolungamento della guerra, e dell’incapacità di programmare a un orizzonte di medio-lungo termine, potrebbero comportare problemi, naturalmente, anche sul traffico aereo”. Inoltre Carrai, sugli eventi tenutosi di recente come l’Unicredit Firenze Open di tennis, ha aggiunto: “aiutano molto la qualità del prodotto, quindi la qualità turistica di Firenze, e anche l’hub di Firenze di Toscana Aeroporti che è vocato a un turismo high spending”.

L’obiettivo di Toscana Aeroporti è quello di dare alla città di Firenze di un aeroporto più performante aumentando così il traffico passeggeri. Il progetto è appoggiato dalla Regione Toscana con Eugenio Giani e dal sindaco Dario Nardella.

 

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"