Dom 23 Giu 2024

HomeToscanaSanitàToscana: 41% dei medici vuole lasciare la sanità pubblica

Toscana: 41% dei medici vuole lasciare la sanità pubblica

E’ quanto emerge dal sondaggio condotto da Fadoi, la Federazione dei medici internisti ospedalieri, su un campione rappresentativo di medici che lavorano in Toscana

Il verdetto è di quelli che non lasciano spazio a dubbi: il 41% dei medici toscani pensa di lasciare il servizio pubblico: il 23% per andare nel privato, un altro 14% pensa di cambiare del tutto attività. Il 36% dei camici bianchi della toscana  inoltre, afferma che se tornasse indietro non sceglierebbe più di iscriversi a medicina.

Secondo l’indagine l’idea di pagare meglio gli straordinari per tagliare le liste d’attesa, come previsto dalla manovra del Governo, convince solo il 5% dei dottori mentre per il 64% è necessario assumere più personale. Guardando poi alle criticità nei reparti di medicina interna, dal sondaggio emerge che per il 50% dei medici in Toscana il problema resta la carenza di personale medico e infermieristico, soprattutto se rapportato all’intensità di cura medio-alta dei reparti di medicina interna, ancora classificati come reparti a bassa intensità di cura

La scarsa valorizzazione del medico di medicina interna nell’organizzazione del lavoro ospedaliero è invece segnalata dal 45% degli internisti. La scarsa o mancata integrazione tra ospedale e servizi territoriali è indicata dal 5% degli intervistati. L’impiego degli specializzandi a copertura dei vuoti in pianta organica è considerato utile dal 45% dei medici purché, si spiega, svolgano le loro attività affiancati da un tutor; solo il 36% dei medici che lavorano in Toscana, infine,  pensa possano mettere a rischio la qualità dell’assistenza medica.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)