🎧 Tassa turisti, Nardella: “Lavoriamo a piattaforma per donazioni volontarie”

tassa Turismo Nardella
🎧 Tassa turisti, Nardella: "Lavoriamo a piattaforma per donazioni volontarie"
/

Firenze – Una piattaforma per una donazione volontaria a campagne che riguardano il patrimonio storico artistico o per servizi come Wi-Fi potenziato. Ma anche per controllare i flussi turistici.

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, parlando con i giornalisti, è tornato sul tema della donazione per chi visita la città. Una proposta che negli ultimi giorni ha trovato più sì che no. L’idea è quella di far arrivare, sul cellulare del turista, un messaggio di benvenuto (nella sua lingua) e che lo inviti a fare una donazione volontaria. Il turista potrebbe scegliere, secondo quest’idea, se donare ad una campagna a favore del patrimonio storico artistico di Firenze, oppure per avere servizi migliori come, per esempio, Wi-Fi potenziati o informazioni sui musei e trasporti. Poi, sulla tassa di soggiorno ha voluto precisare il sindaco, “la paga solo chi resta a dormire in città”. Non tutti i turisti quindi: visto che in alcuni casi scelgono di dormire fuori da Firenze.

In podcast le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella. 

Sul sistema di donazione volontaria alla città di Firenze proposta dal Comune ha detto Nardella, “mi fa piacere che sia stata accolta bene, qualcuno scherzando ha parlato di carità, in realtà noi non chiediamo la carità a nessuno. La bellezza ha un costo. Noi stiamo lavorando perché qualunque turista straniero o italiano che entra nel centro storico, nel momento in cui arriva nell’area Unesco, possa trovare sul proprio cellulare un pop-up, magari con un messaggio del sindaco che gli dà il benvenuto nella sua lingua.”

“Attraverso la piattaforma noi saremo in grado di avere una mole di dati e di informazioni su come si muovono i turisti – ha spiegato ancora Nardella -, quanti anni hanno, dove vanno, quali le loro preferenze. Questo ci permette anche di controllare i flussi turistici e di stabilire un rapporto con loro e dialogare”.

“Inutile dire che Firenze è patrimonio dell’umanità se poi solo i fiorentini devono pagare per sostenerlo – ha concluso Nardella -. Sono tante le cose che noi possiamo dare al visitatore nel momento in cui volontariamente si collega alla nostra piattaforma e fa una donazione”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments