Studentessa aggredita, Toccafondi: “Fermare questa ondata di odio razziale”

pontassieve

“Occorre fermare subito chi soffia sul fuoco dell’odio e del rancore dell’altro, indicato come nemico e usurpatore solo perché magari ha la pelle di un colore differente. Questi moderni diffusori di odio devono smetterla subito perché rischiano di alimentare violenza sia verbale che fisica” così il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi commenta l’aggressione di Pontassieve di cui è stata vittima una ragazza dalla pelle scura.

Ieri sera alla stazione di Pontassieve una persona avrebbe sputato addosso a una studentessa per via del colore della sua pelle, intimandole di andarsene dall’Italia. La sindaca e ricandidata Monica Marini ha  chiamato la ragazza e denunciato l’accaduto sui social. “Ho sentito dolore, rabbia, sentimenti che non merita di provare. Non ti abbattere, non sei sola contro questo schifo. Lo schifo di chi fa campagna elettorale cavalcando l’onda di questi rigurgiti subumani, ammaliando persone fragili con pulsioni violente, ma col Vangelo in mano. Scusatemi ma credo in un’altra idea di mondo, credo nella Pontassieve colorata e antirazzista che ho l’onore di governare”.

“La nostra realtà territoriale non ha mai visto cose del genere – aggiunge Toccafondi – il che dà il segno della gravità della situazione. Questa narrazione razzista continua, metodica, quotidiana sta lasciando oramai traccia anche dentro comunità che da sempre hanno fatto della convivenza civile la loro caratteristica fondamentale. E’ dunque tempo di chiedere a tutti, cittadini, istituzioni, associazioni uno scatto d’orgoglio in difesa dei minimi principi di umanità in difesa della dignità di ogni essere umano”.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments