Seravezza: con mozione al fianco di Nasrin Sotoudeh

Nasrin Sotoudeh

Seravezza è tra le città della Toscana che si schiera a fianco dell’avvocata Nasrin Sotoudeh, l’attivista per i diritti civili e politici in Iran, condannata a 38 anni di carcere e 148 frustate per la sua instancabile lotta contro la pena di morte, in difesa delle minoranze etniche e religiose e a fianco delle donne che manifestano contro l’obbligo di indossare il velo islamico.

Nella seduta di martedì scorso il consiglio comunale ha infatti approvato all’unanimità una mozione presentata dall’assessora Orietta Guidugli a nome del gruppo consiliare di maggioranza ‘Al cuore della Versilia’.

In occasione del dibattito e per tutta la durata della seduta i consiglieri hanno appuntato un nastrino rosso sui loro vestiti in segno di solidarietà con Nasrin. Presente in aula anche una delegazione di Amnesty International Versilia ‘Gruppo 91’.

La mozione approvata affida al sindaco Riccardo Tarabella il compito di “esprimere l’adesione del consiglio comunale di Seravezza all’appello lanciato da Amnesty International per l’immediata scarcerazione dell’avvocata Nasrin Sotoudeh e all’analoga iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Forense; a rivolgersi al presidente del Consiglio e ai presidenti di Camera e Senato affinché si adoperino presso le autorità iraniane, il Parlamento Europeo e l’Onu per l’immediata liberazione di Nasrin Sotoudeh e per darle la possibilità di farsi difendere da un avvocato di sua fiducia; a trasmettere la mozione ai presidenti dei consigli comunali degli altri Comuni della Versilia affinché promuovano analoghe iniziative a sostegno di Nasrin Sotoudeh”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments