Lun 27 Mag 2024

HomeToscanaCronaca🎧 Scioperano i lavoratori della Distribuzione Moderna Organizzata per rinnovo contratto nazionale

🎧 Scioperano i lavoratori della Distribuzione Moderna Organizzata per rinnovo contratto nazionale

Logo Controradio
www.controradio.it
🎧 Scioperano i lavoratori della Distribuzione Moderna Organizzata per rinnovo contratto nazionale
Loading
/

Distribuzione Moderna Organizzata, rottura delle trattative con Federdistribuzione sul rinnovo del Contratto nazionale scaduto nel 2019: oggi sciopero di protesta Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil. Ecco l’elenco dei presìdi (ore 10-13) dei sindacati tra Firenze, Empoli e Piana davanti ai punti vendita (Esselunga, Coin, Metro, Ikea, Carrefour, Lidl, Ovs, Obi)

È rottura al tavolo di trattativa per il rinnovo del Contratto nazionale della Distribuzione Moderna Organizzata, scaduto nel lontano 2019 e atteso da oltre 240mila lavoratrici e lavoratori dipendenti dalle imprese associate a Federdistribuzione. L’associazione imprenditoriale, dopo una lunga e snervante trattativa no stop con i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs e a distanza di 51 mesi dalla sottoscrizione del primo e ultimo Ccnl di settore, ha calato nuovamente la maschera, palesando la persistente resistenza nel sottoscrivere accordi contrattuali. “La trattativa è finita in modo miserevole, Federdistribuzione pretedenderebbe uno scambio inaccetabile tra salario e diritti già estramente precari in questo settore come noto – dice Maurizio Magi, segretario della Filcmas Cgil Firenze -. Su tutti c’è un problema e una richiesta da parte di Federdistribuzione: la totale liberalizzazione dei contratti a tempo determinato, che loro pretenderebbero fossero in deroga alla legge, più di quanto la legge consente. E questo è ovviamente inaccettabile, perchè è evidente che una eccessiva liberalizzazione dei contratti a termine incrementa la povertà”.

Così Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, che stigmatizzano “l’insofferenza di Federdistribuzione verso i contratti”, hanno proclamato una giornata di sciopero nazionale, per oggi, a Firenze e in tutta la sua provincia, “attuato mediante l’astensione dal lavoro per l’intero turno di lavoro” e con la realizzazione di “presìdi mob nei pressi dei punti vendita delle imprese più rappresentative nell’ambito di ciascuna provincia del Paese, nonché delle manifestazioni estemporanee” a livello territoriale. L’elenco dei presidi nell’area fiorentina (nell’occasione, i sindacati distribuiranno alla cittadinanza una cartolina da inviare a Federdistribuzione con la richiesta di dire sì alle proposte sindacali per il rinnovo del Contratto, a tutela della qualità del lavoro del personale), ore 10-13:

FIRENZE, ⁠LIDL via Toselli, ⁠ESSELUNGA via Canova, ⁠COIN centro, ⁠OVS via Panzani, EMPOLI, Centro Commerciale Coop, davanti negozi OVS e OBI, PIANA, IKEA Sesto Fiorentino, ⁠CARREFOUR Calenzano, METRO Sesto Fiorentino.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)