Rossi: contro evasione limitare uso contante

piano Jsw

Il Governatore della Toscana su FB: Risulta che per evasione fiscale siamo secondi solo alla Grecia e che siamo invece primi per pagamenti con denaro contante. Le due cose stanno in evidente relazione.

“Elogio della compagna Carta e del compagno Pos. Risulta che per evasione fiscale siamo secondi solo alla Grecia e che siamo invece primi per pagamenti con denaro contante. Le due cose stanno in evidente relazione. Basta essere andati una
sola volta in un paese del nord dell’Europa per capire quanto siamo arretrati e come sia pervicace e ingiustificabile il nostro rifiuto all’uso delle transazioni elettroniche e quindi
tracciabili. Il blocco di consenso della destra si basa in buona parte sull’evasione. Infatti, per il nazionalpopulista Salvini non deve esserci ‘nessun tetto all’uso del contante in nome della liberta” e per la ‘fascistissima’ Meloni ‘non si devono far regali alle banche’. In verita’, e’ tutta propaganda per strizzare l’occhio agli evasori e carpirne il consenso a danno di chi le tasse e’ costretto a pagarle. Ricordo che mi infuriai quando Renzi, dai mille euro di Monti, riporto’ l’uso del contante a tremila euro, a livello superiore addirittura a quello che aveva messo Berlusconi. Ora il centro studi di Confindustria propone iniziative per incentivare le transazioni elettroniche.
Cio’ che deve essere chiaro e’ che solo con tracciabilita’ del denaro si puo’ fare la lotta all’evasione fiscale. Vedremo presto se questo governo vorra’ passare dalle parole ai fatti. Io ci credo e me lo auguro”. Lo ha scritto su Facebook Enrico Rossi,
presidente della Regione Toscana.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments