Ribery: “Voglio aiutare la Fiorentina, sarò biglietto vincente lotteria”

Ribery
conferenza stampa di Franck Ribery: la presentazione del nuovo acquisto della Fiorentina.

Conferenza stampa di presentazione del nuovo attaccante esterno della Fiorentina, Franck Ribery, oggi pomeriggio nella sala stampa ‘Manuela Righini’ dello Stadio Artemio Franchi, gremita di giornalisti.

conferenza stampa di Franck Ribery: la presentazione del nuovo acquisto della Fiorentina.

Buonasera a tutti. Voglio ringraziare il mio agente, la dirigenza, il presidente. Sono molto felice di essere qui, ho visto tanta motivazione e fiducia nel volermi qui. Mia moglie è stata importante in questa scelta, per me la famiglia è fondamentale“, sono state le prime parole di Franck Ribery.

conferenza stampa di Franck Ribery: la presentazione del nuovo acquisto della Fiorentina.

 

“Giocare fino a 40 anni come Totti? Ho grande rispetto per lui, spero di riuscire anch’io a giocare fino a 40 anni. Il calcio è la mia vita, anche per questo ho scelto di restare a giocare in Europa”. Così Franck Ribery durante l’affollatissima presentazione in viola, allo stadio Franchi. “Arrivo in un grande campionato, dove ci sono grandi giocatori, Juve e Inter hanno fatto un bel mercato – ha proseguito il campione francese -In Italia c’è una cultura speciale, qui tutti vivono per il calcio. Voglio divertirmi e confrontarmi con squadre che ogni anno lottano per vincere la Champions e aiutare la Fiorentina ad arrivare tra le prime cinque, magari tre. Solo Ronaldo ha vinto più di me? Sono qui per aiutare la mia squadra e divertirmi, non per essere concorrente con Ronaldo”. Poi sulle sue condizioni fisiche: “se sono pronto per sabato contro il Napoli del mio ex allenatore Ancelotti? Non lo sono ancora: in questi giorni ho fatto tanti allenamenti personalizzati, ma allenarsi con una squadra è tutta un’altra cosa. Adesso però sono libero di testa e voglio solo pensare a lavorare , non so quanto ci vorrà: magari 5 giorni, magari una o due settimane. Ma se il tecnico mi chiama io sono pronto, sono qui, anche per giocare 5-10 minuti”. Infine una battuta alterando italiano e francese: “Beckenbauer mi definì un “biglietto della lotteria vinto? Aveva ragione – ha sorriso – lo ha capito subito: è grazie anche a lui se sono rimasto per tanti anni a Monaco, è davvero una grande persona. Spero di essere un biglietto vincente della lotteria anche per la Fiorentina, peraltro non sono stato pagato nulla…”.

A fare gli onori di casa Joe Barone e il ds Pradè: “Tutto è iniziato il 20 giugno da una chiacchierata con Toni. ancora oggi – ha sottolineato il ds viola – sono sorpreso di avere qui Ribery, sarà un valore aggiunto non solo per la Fiorentina ma per tutto il calcio italiano”.

La diretta del nostro inviato Domenico Guarino

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments