Ven 19 Lug 2024

HomeToscanaCronacaRapper Montana a capo di una baby gang va ai domiciliari

Rapper Montana a capo di una baby gang va ai domiciliari

Arezzo, mandato ai domiciliari un rapper di soli 20 anni a capo di una baby gang accusato di rapine ed estorsioni.

Walid Rakia detto Montana è un rapper di 20 anni a capo di una baby che ha imperversato ad Arezzo nel 2022. Il giudice del tribunale di Arezzo Elena Pisto ha disposto i domiciliari per il giovane, in nome della resipiscienza mostrata dal giovane, accusato di decine di rapine ed estorsioni ai danni di giovanissimi aretini. La richiesta, a cui si è mostrata favorevole anche la pm Julia Maggiore, è stata accolta dal giudice che ha disposto i domiciliari presso una comunità terapeutica nel Milanese.

Durante l’udienza che si è tenuta stamani in tribunale ad Arezzo è stato rilevato un errore formale nel capo di imputazione in base al quale è stata concesso la remissione in termini, tutto quanto fatto finora resta agli atti con possibilità di chiedere il rito abbreviati. Secondo l’accusa, il rapper insieme alla gang, si era reso autore di rapine soprattutto a minorenni che venivano avvicinati con i più disparati pretesti e poi, sotto la minaccia di coltelli, bottiglie rotte ed altre armi improprie, venivano rapinati del telefono e del portafogli. La polizia di Stato, che lo aveva arrestato insieme ai colleghi della municipale, aveva messo insieme tutti i video che il giovane postava mostrandosi con armi e denaro secondo gli investigatori con il chiaro intento di sottolineare il carattere territoriale della gang.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)