Presidio “Smutandate” sotto il Consiglio regionale

smutandate

Presidio sotto al Consiglio Regionale della Toscana (via Cavour 2, Firenze) domani, 14 maggio (ore 16,00) “per chiedere il ritiro immediato dell’accordo tra Regione e movimenti pro-vita”.

“Pensano di poter mettere le mani nelle nostre mutande, negandoci la libertà di scegliere sul nostro corpo e sulle nostre vite. Rispondiamo che siamo smutandate, ma solo se, con chi e come vogliamo noi!”, si legge nel  testo di appello di NonUnadiMenoFirenze alla mobilitazione in cui si sottolinea che la protesta va avanti da settimane contro il “grave accordo firmato tra Regione Toscana e gruppi  del così detto movimento per la vita, con cui si stanzia il finanziamento di 195mila euro ogni tre anni e il loro ingresso più o meno indiretto nei consultori pubblici”.
Nel comunicato si sottolinea che invece “zero euro sono stati messi a disposizione per la contraccezione gratuita. In più, i consultori pubblici vivono un progressivo smantellamento a beneficio di privati, che nel peggiore dei casi sono appunto gruppi di fondamentalisti cattolici pubblicamente schierati contro l’aborto, le unioni civili, e la possibilità delle donne di scegliere sulla propria salute e sulla propria vita”.
“Per questo ci incontriamo sotto il consiglio regionale, “armate” delle nostre mutande, per ribadire che per quanto vogliate metterci le mani dentro, la prima e l’ultima parola sul corpo e sulla vita è sempre la nostra! – conclude la nota –  Porta in presidio  le mutande su cui scrivere tutti i nostri contenuti: usiamole contro questo vergognoso accordo e il consiglio regionale che l’ha sottoscritto! Ci vogliono silenziose, ci avranno smutandate!”
#decidoio #sanitàpubblica #smutandate

Treni per Firenze, da Pisa ritrovo ore 13,00/  Da Lucca ritrovo ore 13,15

avatar