Mer 19 Giu 2024

HomeToscanaPonte alla Nave nel Pratese: via alla progettazione definitiva

Ponte alla Nave nel Pratese: via alla progettazione definitiva

Firenze, via alla progettazione definitiva per la realizzazione di Ponte alla Nave in provincia di Prato, opera che completerà un tratto viario di strada provinciale che collega la Sp n.45 di Comeana alla Sr 66 Pistoiese.

È quanto prevede un accordo siglato dal presidente della Toscana, Eugenio Giani, con il presidente della provincia di Prato, Simone Calamai, rappresentanti della Città metropolitana di Firenze e dei comuni interessati. Con l’ultima variazione di bilancio la Regione ha dato il via libera a un cofinanziamento di 425mila euro per completare la progettazione che consentirà di realizzare il Ponte alla Nave insieme ai contributi degli enti interessati, per un totale di 850mila euro.

L’infrastruttura ha una lunghezza di 1230 metri e comprende la realizzazione di due ponti, uno che attraversa l’Ombrone e uno sul Tozzinga per un investimento di 26 milioni. Un’opera strategica per il territorio: interessa la Provincia di Prato e la Città metropolitana di Firenze, i comuni di Poggio a Caiano, Carmignano, Signa e Campi Bisenzio.

La strada, è stato spiegato, prevede una corsia per senso di marcia e due banchine laterali con un’altezza contenuta, anche al fine di limitare l’impatto visivo alle proprietà private confinanti. Si sviluppa dalla rotatoria esistente su via Pistoiese, prosegue poi con un viadotto fino al primo ponte sul fosso Tozzinga e fino al secondo ponte sul torrente Ombrone successivamente, per arrivare alla rotatoria su via Lombarda.

I due ponti, di impatto visivo simile per rendere più armonica l’opera nel suo complesso, hanno lunghezza diversa: 62 metri quello sul Tozzinga e 122 quello sull’Ombrone. Il progetto contempla la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione stradale e l’installazione di proiettori a basso impatto energetico lungo le arcate dei due ponti. I vantaggi sono anche in termini di inquinamento acustico, atmosferico e di riduzione delle situazioni di pericolo per la presenza di pedoni in zone densamente abitate, dall’altro in termini di mobilità, in quanto l’opera permetterà un traffico fluido, scorrevole e sicuro nella direzione delle vicine aree urbane di Prato e Campi Bisenzio.

“Un’opera storica – ha detto il presidente della Toscana Giani – che darà grande impulso sia al versante pratese che quello fiorentino di riflesso, e che dimostra ancora una volta l’attenzione sempre più forte che noi mettiamo nella Piana fra Firenze e Prato, uno dei nodi nevralgici della mobilità in Toscana. Ponte alla Nave rappresenta uno snodo fondamentale nella nuova viabilità che in maniera verticale taglia la Piana fiorentina”.

“Siamo a un punto decisivo – ha aggiunto l’assessore regionale ai trasporti e infrastrutture Stefano Baccelli – perché oggi sottoscriviamo questo accordo che prevede lo stanziamento da parte di Regione Toscana di 425mila euro sugli 850mila complessivi di contributi da parte degli enti. Significa che quest’opera si farà; ci vorranno due anni alla provincia di Prato per definire progetto definitivo ed esecutivo, ma alcuni passaggi importanti sono stati fatti”.

Il sindaco di Poggio a Caiano (Prato), Francesco Puggelli, ha sottolineato che “in questi cinque anni abbiamo fatto tanti passi importanti per questa opera, la firma che mettiamo oggi lo è in maniera particolare perché dà il via alla progettazione definitiva del Ponte alla Nave. Un’infrastruttura importantissima che nasceva vent’anni fa per alleggerire il traffico dal centro storico di Poggio a Caiano ma che oggi è diventata strategica per lo sviluppo di tutto il sistema diffuso della piana”.

Edoardo Prestanti, sindaco di Carmignano (Prato) ha parlato di “un ulteriore intervento che si basa su due concetti: laboriosità e squadra”. Per la vicesindaca di Signa (Firenze), Marinella Fossi “la firma di questo accordo rappresenta un altro passo importante verso la realizzazione di un’opera strategica non solo per la Piana Firenze-Prato, ma anche per il Comune di Signa”.

Infine, Simone Calamai, presidente della Provincia di Prato, ha parlato di “un accordo fondamentale a livello infrastrutturale teso a dare risposte concrete alla mobilità quotidiana delle persone. Sappiamo quanto questa grande area, soprattutto quella che riguarda il comune di Poggio a Caiano, sia interessata dalla viabilità di percorrenza e questa infrastruttura consente di dare una volta per tutte un’alternativa strategica”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)