Pisa: spazzatrice si rompe, insulti razzisti a netturbino

La spazzatrice meccanica si è rotta per un guasto, c’è stato un ritardo di alcune decine di minuti prima che intervenisse un altro mezzo ma nel frattempo il netturbino, originario del Senegal, che manovrava l’apparato è stato insultato con insulti razzisti da due commercianti in strada.

E’ successo, secondo quanto riporta il quotidiano Il Tirreno, in piazza Sant’Omobono a Pisa e destinatario delle offese è un operatore ecologico della società Avr. E’ un cinquantenne, padre di tre figli, che a Pisa abita dal 1996. Secondo la ricostruzione del giornale, i due esercenti non si sarebbero limitati a un reclamo per il temporaneo disservizio, inconveniente superato con attività manuale, ma lo avrebbero insultato con epiteti ripetuti più volte. “Ho provato a spiegare le ragioni di quel ritardo invitandoli alla calma ma non è bastato – ha detto lo stesso netturbino, Kebe Bassirou – Sono stato costretto a lasciare la piazza per non peggiorare la situazione e, su indicazione del responsabile, a cambiare la zona dell’intervento”.

Secondo fonti sindacali non è la prima volta che a Pisa accadono episodi dove insulti razzisti vengono rivolti a operatori di colore dei servizi pubblici. L’uomo ha ricevuto la solidarietà dei colleghi e di molte altre persone.

“Esprimiamo non solo la nostra solidarietà al lavoratore, ma chiediamo anche alle associazioni di categoria di prendere una posizione di ferma condanna, augurandoci al contempo che le autorità competenti svolgano le loro indagini e intraprendano gli opportuni provvedimenti contro i meschini autori di quegli insulti”, scrivono in una nota gli esponenti di Diritti in Comune (Una Città in Comune, Rifondazione Comunista, Pisa Possibile).

0 0 vote
Article Rating
guest
1 Comment
vecchi
nuovi i più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Leggi la notizia ← Coronavirus, l’ipotesi dello slittamento per la gara Atalanta-Lazio […]