Pietre di inciampo vandalizzate a Firenze

Pietre di inciampo

Firenze, vandalizzate pietre di inciampo collocate nel 2020 dal Comune in ricordo di vittime della Shoah in via Bovio: ignoti le hanno coperte con spray nero e la scritta FGC.

La sigla FGC, vergata con una bomboletta spray nera, a fianco di una delle pietre di inciampo, secondo gli investigatori della Digos, incaricati di seguire il caso, rimanderebbe ai Fasci giovanili combattenti, formazione di estrema destra.

Nella vicina via Scialoia è stata poi trovata, davanti ad un portone, la scritta Ss. Le scritte sarebbero state realizzate la notte scorsa, secondo alcuni residenti che le hanno poi notate stamani. Gli investigatori stanno cercando video registrati dalle telecamere di sicurezza in strada alla ricerca di immagini utili.

Sull’episodio è intervenuto il console di Israele in Toscana, Emilia-Romagna e Lombardia Marco Carrai esprimendo “sdegno e sconforto per quanto è avvenuto ai danni delle Pietre d’inciampo in ricordo di Giorgio Levi delle Trezze, Xenia Haya Poliakov e Lucia Levi”:

“Le pietre d’Inciampo che dovrebbe ricordare a tutti la memoria di ciò che non può più accadere ci riportano invece a un terribile e infausto presente dove gli estremismi” si uniscono “contro il popolo ebraico e Israele. Partirà l’ennesimo tam-tam di scandalo e di mai più che però non lena le ferite. Il popolo ebraico si dice nello Zohar è destinato ad essere la mente del mondo e forse per questo oggetto di odio verso chi non ha né cuore né ragione”

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments