Peretola: Regione Toscana voterà sì ad ampliamento in conferenza servizi 

Sindaci della Piana

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi potrà esprimere parere favorevole per l’ampliamento dell’aeroporto di Firenze nella conferenza dei servizi prevista a dicembre.

Questo, in estrema sintesi, il risultato della risoluzione approvata oggi dal Consiglio regionale in merito alla variante automatica al Piano di indirizzo territoriale (Pit) per l’aeroporto Peretola- Vespucci di Firenze. La risoluzione è passata a maggioranza con i voti favorevoli del solo Pd e quelli contrari di Sì Toscana a sinistra, M5s e Mdp, la stessa forza a cui appartiene il governatore Enrico Rossi.
Le forze di centrodestra non hanno partecipato al voto su Peretola in dissenso con il testo. “La proposta di risoluzione è tranchant. Si tratta di esprimersi a favore o contro la realizzazione dello sviluppo aeroportuale di Firenze”, ha detto il presidente della commissione ambiente Stefano Baccelli (Pd) illustrando in aula la risoluzione. La variante automatica al Pit comporta anche la diminuzione della superficie del Parco agricolo della Piana di circa 9 ettari sui 7mila complessivi, mentre il parco urbano di Castello perderà circa 18-19 ettari degli 80 previsti. Accolto un emendamento Pd, presentato da Nicola Ciolini, Monia Monni e dal capogruppo Leonardo Marras, che chiede l’impegno della Giunta ad attivarsi presso il Governo perché i Comuni interessati dallo sviluppo dell’aeroporto vengano inseriti nell’Osservatorio ambientale.
Approvato anche un ordine del giorno Dem, presentato da Marras, Monni e Baccelli, in cui fra l’altro si impegna la Giunta “a perseguire il potenziamento del sistema aeroportuale toscano nel suo complesso”, e ad attivarsi con il Governo per potenziare i collegamenti ferroviari tra Firenze e Pisa. Respinto invece un ordine del giorno collegato presentato unitariamente da Lega, Forza Italia e Fdi.
0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments