No Green Pass: a Firenze centinaia in piazza Santa Maria Novella, no tensioni

No Green Pass
Foto Controradio
No Green Pass: a Firenze centinaia in piazza Santa Maria Novella, no tensioni
/

No Green pass: in piazza a Firenze per dire no, cori e bandiere. Circa 400 persone si sono radunate, al momento, a Firenze in piazza Santa Maria Novella dove è in corso un presidio pacifico per dire no al certificato verde. Le interviste di Gimmy Tranquillo.

Alcune centinaia di persone, tra le quali anche molti studenti, stanno partecipando a Firenze, in piazza Santa Maria Novella, al presidio per manifestare contro l’obbligo del Green pass. Gli organizzatori della manifestazione, che in un primo momento avrebbe dovuto percorrere le vie del centro cittadino, hanno deciso di optare per un presidio statico.

Green Pass
©Controradio

I manifestanti stanno intonando cori contro la certificazione verde e gridano ‘Libertà, libertà’. Presenti numerose bandiere tricolori e anche una bandiera anarchica.
L’evento si sta svolgendo in modo pacifico.

No Green Pass
Foto Controradio
Manifestazione no green pass in piazza Santa Maria Novella

La piazza è presidiata a ogni lato dalle forze dell’ordine. Nei giorni scorsi gli organizzatori avevano preavvisato alla questura un corteo per le vie del centro, ma ieri sera hanno cambiato programma e consegnato un nuovo preavviso che prevede di svolgere un presidio.

Circa 500 persone sono in piazza stamani anche a Livorno per manifestare contro l’entrata in vigore del Green pass sui luoghi di lavoro. Al grido di “Libertà, libertà” scandito con l’accompagnamento di tamburi, i manifestanti No vax hanno sfilato prima sotto la prefettura e poi, sempre, in corteo sotto il Comune dietro uno striscione a caratteri rossi che recita “Giù le mani dal lavoro! No Green pass2”.

Secondo il programma previsto il corteo poi toccherà la strada dove c’è la procura, quindi il provveditorato agli studi in via Galilei per poi tornare indietro di nuovo verso la prefettura.

guest
4 Commenti
vecchi
nuovi i più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Tommaso
Tommaso
1 anno fa

Sono vaccinato e ho il Greenpass ma renderlo obbligatorio sui luoghi di lavoro secondo me è una vera porcata! Non esiste da nessuna parte e se oggi siamo in una situazione Covid buona non è grazie a questa nuova regola per cui non c’erano proprio le condizioni per inserirla e creare nuove spaccature sociali, come se non c’è ne fossero già abbastanza. Non chiamate queste manifestazioni “no vax” perché è una definizione fuorviante e inesatta.

Matt
Matt
1 anno fa

Decisamente molte più di 500 persone, pacificamente sedute in terra (1000 secondo il Corriere). Tanti studenti, lavoratori, genitori, pensionati. Un popolo in larghissima maggioranza di sinistra ma che non si riconosce più in nei partiti attualmente sulla scena.
Cara Controradio, una presa di posizione su questa grave discriminazione sociale ed economica sarebbe un bellissimo e atteso segnale per ii tuoi ascoltatori. Questo non inficerebbe in nessun modo la vostra linea editoriale di promozione delle vaccinazioni come utile profilassi contro il Covid-19 ed altre malattie infettive.

Francesco Sulli
Francesco Sulli
1 anno fa

Cara Controradio, finalmente ti accorgi che chi è contrario o minimamente dissente dalle idee di governo in tema di libertà di movimento, scelte sanitarie e specialmente diritto di accesso al lavoro non è fascista né la lobby “bottegaia”, ma cittadini tra cui studenti, famiglie e sopratutto lavoratori a cui sta a cuore la libertà e sono contrari al pensiero unico!
Con affetto ma anche con amarezza ricordando di quando eravate veramente CONTRORADIO!

Maria Luisa Ferretti
Maria Luisa Ferretti
1 anno fa

Non ho mai visto in tutta la mia vita manifestare per una cosa così cretina. No per la macelleria sociale, no per la violenza sulle donne. È proprio vero più si va avanti e più si torna indietro