Nardella: “Difficile assumere i giovani nel settore dei servizi del terziario”

firenze

Firenze, il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un evento a Palazzo Vecchio, ha spiegato i motivi del suo appello perché vengano tagliate le tasse sul lavoro.

“È difficile assumere i giovani nel settore dei servizi del terziario perché costano troppo -ha detto il sindaco nardella – mentre invece se giochi in Borsa paghi solo il 26% di tasse. Le rendite finanziarie sono tassate al 26% mentre il cuneo fiscale in Italia è fra i più alti, siamo il quarto paese dell’Osce come ampiezza del cuneo fiscale che è al 46%. Assumere una persona è praticamente un’impresa sia perché la busta paga netta alla fine è molto bassa, e quindi i salari sono molto bassi, sia perché il datore di lavoro paga un sacco di tasse. Bisogna secondo me ridurre le tasse sul lavoro riequilibrandole con la tassazione sulle rendite finanziarie. Il Paese reale è questo”.

“Se c’è una famiglia che ha una casa in centro o un giovane che eredita dalla nonna, ed è successo, la casa nel centro storico, invece che andarsi a cercare un lavoro preferisce a volta affittarla perché dal punto di vista fiscale le rendite finanziarie ma anche le rendite patrimoniali, sono molto piu’ vantaggiose del lavoro – ha aggiunto Nardella -. Questo Paese non è un paese pensato per favorire il lavoro. Ci vuole una poderosa, inedita riforma fiscale del lavoro. I passi fatti finora sono stati positivi, penso anche alle battaglie del Pd su questo fronte ma sono ancora insufficienti perché rimaniamo ancora nelle classifiche tra i paesi con la più alta tassazione sul lavoro”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments