Ven 14 Giu 2024

HomeCultura & SpettacoloArteMontanari: "grave se conferma Schmidt dipende da 'clima politico' "

Montanari: “grave se conferma Schmidt dipende da ‘clima politico’ “

©Controradio
Podcast
Montanari: "grave se conferma Schmidt dipende da 'clima politico' "
Loading
/

“I Musei si stanno avviando a fare la fine della RAI ovvero sono un terreno di lottizzazione della politica” dice lo storico dell’Arte che fa parte del comitato scientifico degli Uffizi.

“Di Schmidt  -dice Montanari- non ho condiviso molte scelte, alcune delle quali poi sono state  riviste dal direttore. Ma soprattutto nella prima fase abbiamo assistito ad una vera e propria mercificazione degli spazi:  le cene a palazzo Pitti, le mostre degli stilisti…Tutte cose sbagliate”. “Non mi pace come sono stati riallestiti gli spazi degli Uffizi -continua Montanari. “Do atto dell’impegno in buona fede di Schmidt, ma il bilancio è negativo.”

Per Montanari il problema vero comunque è che Schmidt si è trovato a lavorare nei confini di una riforma, quella voluta dal ministro Franceschini “sconcertante (…) in cui   i Musei che dovrebbero essere delle comunità di ricerca sono diventati luoghi in cui tutto dipende da un capo. Una logica di aziendalizzazione che non mi piace che ritengo pericolosa”.

 

2 Commenti

  1. Montanari, che voleva fare il direttore degli Uffizi e cercò la raccomandazione di Renzi e Nardella che gli risero in faccia, parla dei musei lottizzati dalla politica. Mentre Eike Schmidt è entrato tramite un concorso internazionale.

I commenti sono chiusi.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)