Ven 12 Lug 2024

HomeToscanaAmbienteMisure Contro il Rischio Idrogeologico, della Regione Toscana

Misure Contro il Rischio Idrogeologico, della Regione Toscana

La Regione Toscana ha un piano per imporre misure di sicurezza contro il rischio idrogeologico, un piano associato alla Transizione Energetica e al PNRR. I rischi idrogeologici a cui si mira sono le frane e le inondazioni. A guidare questi sforzi è Monia Monni, l’assessore all’ambiente per la Regione Toscana.

Monni spiega che i due capisaldi di queste misure sono, la prima, l’attenzione ai cambiamenti climatici e, la seconda, il rafforzamento delle misure di adattamento infrastrutturale. Monni giudica importante prestare attenzione al cambiamento climatico perché rende i fenomeni meteo estremi, sempre più imprevedibili e sempre più pericolosi, causando rischi idrogeologici. Per combattere gli effetti del cambiamento climatico, si deve mettere a fuoco il rafforzamento delle misure di adattamento, particolarmente importanti per le zone urbanizzate, visto che aiutano a contrastare i disastri causati da questi fenomeni meteo estremi.

L’adattamento, nello specifico, avviene attraverso investimenti mirati fatti dal governo. In Toscana, ci sono 600 milioni di euro stanziati e la Regione Toscana investe già 100 milioni di euro all’anno attraverso i consorzi di bonifica per le manutenzioni. “Oggi abbiamo cifre importanti messe a disposizione dal PNRR che si aggiungono a quelle che ordinariamente gestiamo – spiega Monni – Sono 60 milioni destinati dal Dipartimento della Protezione Civile della Regione Toscana. Ci finanzieremo 23 interventi che sono stati scelti in base all’efficacia ma anche alla velocità di partenza di lavori perché, come sapete, queste opere devono essere ultimate entro il 2026.”

Sempre secondo l’assessora Monni, oltre agli interventi contro il rischio idrogeologico nelle città di Arezzo e Pistoia, i più rilevanti riguardano l’area fiorentina. Ci sarà un intervento sull’Arno che costerà 15 milioni di euro. L’aspetto innovativo che riguarda le protezioni è quello di trovare una maniera per innalzare la capacità di contenimento dell’acqua che andranno installati quando è prevista una situazione di allerta. A parte l’obiettivo del contrasto alle inondazioni, questo intervento comprenderà anche opere di arredo sugli argini.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)