Livorno: licenziato perchè malato al sistema nervoso. Verifica dei sindacati

Uiltrasporti Livorno licenziato
Immagine d'archivio

Livorno – secondo il sindacato, al lavoratore licenziato, l’azienda avrebbe potuto concedere anche un’aspettativa non retribuita.

E’ affetto da una grave patologia e l’azienda decide di licenziarlo. Il caso, segnalato da Uiltrasporti Toscana, riguarderebbe un’impresa di logistica di Rosignano Marittimo (Livorno) che avrebbe licenziato un lavoratore nonostante la malattia che lo ha colpito al sistema nervoso. Il sindacato in una nota annuncia di voler verificare se la decisione presa dall’azienda sia corretta da un punto di vista normativo.

“E’ accaduto ad un nostro iscritto – spiega Marco Sarlo della Uiltrasporti Toscana – dipendente di un’azienda con sede a Rosignano Solvay che opera nel settore del trasporto con mezzi pesanti e che ha comunicato la decisione di cessare il rapporto di lavoro per superamento del numero dei giorni di malattia previsti dal Ccnl. Non siamo di fronte a un abuso di malattia da parte del lavoratore che ha vissuto e vive invece un periodo bruttissimo della propria vita, alla continua ricerca di una cura che gli permetta di tornare alla normalità, ma nonostante questo da parte dell’azienda non c’è stato nessun tipo di comprensione né un briciolo di umanità nel capire le difficoltà di una persona con limitazioni dovute alla patologia”.

Secondo il sindacato, l’azienda avrebbe potuto concedere anche un’aspettativa non retribuita al fine di mantenere in essere il rapporto lavorativo in attesa che il lavoratore avesse potuto magari trovare una cura adeguata a riprendere l’attività.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments