Livorno: in bocca palline cocaina, pusher arrestati

reati

Due cittadini di origine tunisina, di 23 e 26 anni, sono stati arrestati il 25 dicembre dalla polizia di Livorno per detenzione ai fini di spaccio di cocaina.

La sostanza, confezionata in palline che uno dei due teneva in bocca, era pronta per essere venduta sul mercato cittadino.

I due stranieri il giorno di Natale stavano viaggiando a bordo di uno scooter di proprietà di una terza persona, un livornese, in Piazza della Repubblica, quando alla vista della volante hanno tentato una breve fuga, ma subito fermati e identificati sono stati sottoposti a controllo.

Il conducente del mezzo aveva in bocca quattro palline di sostanza stupefacente di cui ha cercato di disfarsi, mentre il passeggero è stato trovato in possesso di 520 euro dei quali non ha saputo giustificare la provenienza. Droga, denaro e scooter sono stati sequestrati mentre il proprietario del mezzo è stato poi denunciato per incauto affidamento del veicolo

avatar