Mar 23 Apr 2024

HomeCultura & SpettacoloLa sera della Rificolona nei quartieri di Firenze

La sera della Rificolona nei quartieri di Firenze

Rificolona: nei Quartieri del Comune di Firenze per il tradizionale appuntamento in programma  numerosi gli eventi e i laboratori previsti per i più piccoli.

Nel Quartiere 1 appuntamento in Piazza Santissima Annunziata alle 21 con la tradizionale adunata delle rificolone.

Nel Quartiere 2 Fest…icciola della Rificolona e del Fantoccio a Ponte a Mensola, appuntamento alle 20.45 per sfilata e gran falò.

Nel Quartiere 3 tanti gli appuntamenti a partire già dal 6 settembre, con laboratori per la costruzione di rificolone. Il programma degli eventi vedrà animarsi vari luoghi del quartiere, dalla sede del Quartiere 3, da cui partirà una passeggiata storico-culturale, al Galluzzo, alla chiesa parrocchiale del Corpus Domini e infine all’ASD Canottieri Comunali.

Anche il Quartiere 4 sarà animato da feste ed eventi, organizzati dalle numerose associazioni e circoli del territorio. Dalle 19, nel giardino della Casa del popolo di Ponte a Greve, via Pisana 809 (055/780700), Festa della Rificolona: piccola merenda-cena offerta dalla Casa del popolo di Ponte a Greve, giochi e musica per grandi e piccini; ad ogni bambino sarà regalata una rificolona dall’associazione “Il Ponte”

Dalle 21, presso il Gasometro, via dell’Anconella 3, il Centro Ricreativo Culturale Età Libera offrirà bibite e gelato ai più piccoli. Ci saranno le rificolone dei bambini e musica dal vivo.

Nel Quartiere 5 sarà il Centro Commerciale Naturale di via Carlo del Prete il luogo scelto per festeggiare la Rificolona, con tanti eventi che si concluderanno con la sfilata e la premiazione delle rificolone più belle.

L’origine di questa festa risale con tutta probabilità alla metà del Seicento, ed è da ricollegare all’arrivo in città di tanti contadini e montanari che, provenienti sia dal vicino contado che dalle zone più impervie del Casentino e della Montagna Pistoiese, venivano in città per festeggiare la natività della Madonna nella basilica della Santissima Annunziata.

Oltre ad essere spinti dal devoto pellegrinaggio, approfittavano dell’occasione per venire a vendere la propria mercanzia alla fiera-mercato che si svolgeva l’indomani sulla piazza antistante la basilica, in via dei Servi e nelle immediate adiacenze. Per poter trovare, però, un buon posto che consentisse un sicuro e totale smercio dei filatipannilinifunghi secchi e formaggi che avevano portato, questi coloni partivano dalle loro abitazioni molto tempo prima e, nella notte, si rischiaravano l’insicuro cammino con lanterne di varia forma appese in cima a bastoni, canne o pertiche. E proprio con queste multicolori lanterne di carta o tela, aperte in cima per consentire alla candela o al sego dello scodellino di bruciare, giungevano a Firenze la sera prima della fiera, bivaccando la notte nei loggiati della chiesa della Santissima Annunziata e degli altri edifici della piazza dove, alla tremula luce dei loro lampioncini, cantavano laudi alla Vergine fino a tarda notte.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"