Gio 18 Apr 2024

HomeMondo"La regina è morta, viva il re". La Gran Bretagna ha un...

“La regina è morta, viva il re”. La Gran Bretagna ha un intricato piano che regola i 10 giorni dopo la morte della regina Elisabetta

Londra, la morte della regina Elisabetta II, all’età di 96, anni ha messo in moto un apparato statale che è rimasto inattivo per 70 anni, da quando cioè il padre di Elisabetta, re Giorgio VI, morì nel 1952.

Il governo britannico ha chiamato l’intricato protocollo, che dovrà gestire la morte della regina, “Operazione London Bridge”. Il piano include dalle regole di successione al processo per portare la bara della regina dal castello di Balmoral in Scozia a Londra.

I dettagli del London Bridge sono trapelati a ‘Politico’, quotidiano statunitense che si occupa principalmente appunto di politica, lo scorso autunno. Alcuni dettagli potrebbero quindi essere stati cambiati da allora, ma usandoli come linee guida, ecco una breve sintesi di ciò che dovrebbe accadere nei primi 10 giorni dopo la fine del regno da record della Regina Elisabetta II.

Giorno Zero
La famiglia reale informa il pubblico della morte della regina. Il principe Carlo sale immediatamente al trono alla morte della madre, con il nome di re Carlo III. Sua moglie, Camilla Parker Bowles, diventa la regina consorte. La coppia pernotta a Balmoral. Le bandiere sventolano a mezz’asta in tutto il governo britannico. Carlo rilascia una breve dichiarazione, così come il primo ministro britannico Liz Truss. Sono previste numerose commemorazioni da momenti di silenzio a saluti militari e ricordi in onore di Elisabetta.

Giorno 1
Carlo torna a Londra. ‘The Accession Council’, un raduno che si tiene tradizionalmente al St. James’s Palace, si riunisce, di solito entro 24 ore dalla morte di un monarca, dichiara formalmente la morte della Regina Elisabetta e l’ascesa al trono del nuovo re. Il Parlamento invia un messaggio di cordoglio e sospende i suoi normali affari fino a dopo il funerale di Elisabetta.

Settimana 1
Il corpo di Elisabetta viene portato dalla Scozia a Buckingham Palace a Londra. Un corteo cerimoniale porta la sua bara a Westminster. Rimane a Westminster Hall per tre giorni, per l’esposizione pubblica della salma, durante i quali il pubblico può entrare per rendere omaggio per 23 ore al giorno. Mentre vengono effettuati i preparativi per il funerale finale della regina a Londra, Carlo si reca in Scozia, Irlanda del Nord e Galles, per visitare ufficialmente i leader nel Regno Unito.

Giorno 10
Un servizio funebre di stato si tiene presso l’Abbazia di Westminster, innescando l’osservanza di due minuti di silenzio in tutto il Regno Unito. Dopo un ulteriore servizio finale nella Cappella di San Giorgio nel Castello di Windsor, la regina viene sepolta nel parco del castello accanto al marito, il principe Filippo, morto nell’aprile 2021.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"