🎧 In migliaia per Bocelli a Lajatico: rispettata capienza? La rabbia degli operatori culturali che scrivono alla Regione

migliaia
Foto Controradio
🎧 In migliaia per Bocelli a Lajatico: rispettata capienza? La rabbia degli operatori culturali che scrivono alla Regione
/

In migliaia a Lajatico (PI). Capienze, eventi e discrezionalità… sta facendo discutere il maxi evento targato Bocelli che ha portato in due giorni migliaia di spettatori da tutto il mondo nel piccolo comune della provincia di Pisa che ha dato i natali all’artista, per la sedicesima edizione del Teatro del Silenzio.

Intervista a Toto Barbato, direttore del The Cage di Livorno.

L’anno scorso l’evento saltò a causa della pandemia, quest’anno invece pare proprio che le presenze ‘stridano’ con le capienze consentite in regione per gli eventi di spettacolo. Molti gli interrogativi e la rabbia tra gli operatori del settore costretti da oltre un anno a prolungate chiusure, limitazioni e rispetto ferreo delle disposizioni in merito al limite massimo di pubblico stabilito di mille spettatori.

Video dell’evento inviato alla redazione di Controradio

Di seguito il testo del comunicato diffuso dal comitato di scopo Promoter per la Toscana, il coordinamento tra promoter, produttori e distributori di musica dal vivo toscani, costituitosi nel dicembre 2020.

“Leggiamo che a Laiatico il concerto di Bocelli ha accolto cinquemila persone A margine di questo, fosse vero, ci chiediamo quale autorizzazione in deroga è stata data, e nel caso perché, e se non fosse stata data autorizzazione, per quale motivo non si sia intervenuti.

E’ noto infatti che la Regione Toscana, non ha, in deroga con quanto stabilito dal Ministero della Salute aumentato le capienze dei luoghi di spettacolo, come ad esempio fatto in Veneto o in Emilia, e che pertanto il limite massimo di pubblico è stabilito in mille spettatori.

La Regione Toscana intesa come Governo ha tutto il diritto di stabilire come procedere in merito alla Sanità Pubblica e nel caso specifico relativamente alle capienze dei luoghi di spettacolo in vigenza di covid 19, certamente non può invece fare distinguo fra i vari operatori del suo territorio.

Chiediamo pertanto di fare luce su un aspetto non chiaro Inoltre come Comitato dei Promoter Toscani di Musica dal Vivo, esprimiamo sconcerto per la sensibilità che il Governo della nostra Regione sta dimostrando nei confronti del nostro mondo della Cultura e dello Spettacolo in generale, che va sottolineato, nel nostro territorio vanta eccellenze di ogni grado e sviluppa economie importantissime.

Niente infatti ad oggi, hanno partorito le riunioni, peraltro sempre in assenza del Presidente che ricordiamo, è anche titolare della Cultura Dopo aver visto bandi per lo Spettacolo dal Vivo comprensivi di circoli sportivi, palestre, scuole di danza, dopo aver visto ignorati i suggerimenti per il sostegno ai lavoratori dello spettacolo, che infatti ne sono rimasti esclusi, dopo non aver avuto alcuna risposta relativamente alla richiesta di partecipazione ai tavoli di concertazione sulla realizzazione dei Programmi Operativi Regionali per l’utilizzo dei fondi europei, dopo aver atteso invano una deroga regionale all’ampliamento delle capienze in Toscana, oggi rileviamo che a Laiatico erano presenti cinquemila spettatori Riservandoci la possibilità di procedere in tutte le sedi legali, per capire quale falla o autorizzazione, ha potuto realizzare ciò, per tanto, e per tutto quanto descritto sopra vorremmo dalla Regione delle risposte concrete”.

Luca Zannotti – Musiche Metropolitane (Livorno)
Alessandro Bellucci – Le Nozze di Figaro (Firenze)
Massimo Gramigni – PRG (Firenze)
Claudio Bertini – Tuscany Hall (Firenze)
Alex Neri – Tenax (Firenze)
Enrico Romero – Firenze Jazz Festival (Firenze)
Roberto Nistri – Controradio (Firenze)
Duccio Tebaldi – Associazione La Chute (Firenze)
Mimmo D’Alessandro – D&G (Lucca)
Enrico D’Alessandro – Lucca Summer Festival (Lucca)
Giovanni Tafuro – Associazione Bluesin Pistoia Blues Festival (Pistoia)
Alberto Castellani – A-live (Prato)
Michele Pedro Petricci – B-Side eventi/Bottega Roots/ex Sonar (Siena)
Sandro Giacomelli – Legs (Pistoia) Modigliani Forum (Livorno)
Leonardo Giacomelli – Blackcandy (Firenze)
Diego e Brando Pieroni – Kashmir Music (Firenze)
Filippo Morganti – Associazione Liveclub H2NO (Pistoia)
Toto Barbato Mimmo Rosa – The Cage (Livorno)
Marco Dalmasso – La Scena Muta (Firenze)
Luca Pedonese – Barlume Massa
Marco Caciagli – RME ViPeR (Firenze)
Daniele Ferrazzano – Decibel Eventi (Firenze)
Alessandro De Luigi – AD Management
Andrea Vescio – Lumiere (Pisa)
Luca Del Muratore – Locusta Concerti (Pisa)
David Martinelli – WØM FEST Musiche Metropolitane (Lucca)
Luciano D’Agostini – Combo Social Club (Firenze)
Marco Talladira – Vintage Festival Circù Festival (Arezzo)
Sergio Formica – Officine Klee (Arezzo)
Francesco Fantauzzi РFonderia Cultart/Settembre Prato ̬ Spettacolo (Prato)
Simone Giusti – Lucca Risuona (Lucca)
Umberto Bonanni – Beat Festival (Empoli)
Carlo Spinelli – The B-Side (Siena)
Paco Mengozzi – Men/Go Music Fest (Arezzo)
Gianni Pini – Music Pool (Firenze)
Nicola Zaccardi – Metarock (Pisa)
Battista Ceragioli  – Ceragioli Management (Viareggio)
Mario Giovanni – Consigliere Ariacs – Associazione Rappresentanti Italiani Agenti di Concerti e Spettacoli

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments