Glifosato, Monni:”La Regione Toscana ha scelto di anticipare gli obiettivi europei”

Monni glifosato
Glifosato, Monni:"La Regione Toscana ha scelto di anticipare gli obiettivi europei"
/

La replica dell’assessora Monia Monni alle segnalazioni degli ascoltatori e ascoltatrici che ci hanno segnalato l’uso nei campi del diserbante tardiva dopo il largo uso di questo pesticida nelle campagne e nei vivai

Stop al glifosato in Toscana dal 15 maggio. Dopo la Regione Calabria anche la nostra regione mette al bando l’erbicida più diffuso al mondo considerato dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) come un probabile elemento cancerogeno.
La messa al bando del glifosato è stata attuata nelle misure dei programmi di sviluppo rurale e arriva a fine primavera a conclusione del periodo di spargimento del glifosato nelle campagne e nei vivai, riconoscibile dal tipico colore giallo.
Un bando tardivo secondo gli ascoltatori e le ascoltatrici che ci hanno segnalato l’uso del diserbante in diverse parti della Toscana: dalle colline che circondano Vinci, all’area vivaistica pistoiese fino alla Lucchesia.
bando Glifosato
Foto ricevute da ascoltatori

“La Regione Toscana ha assunto gli impegni di anticipare gli obiettivi europei e quindi di diventare una delle prime regioni glifosate free”, replica l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni, “dopo il pronunciamento dello Iarc che classificò la sostanza come probabile cancerogena, era il 2015, la Regione emanò una disciplina per l’impiego dei diserbanti e dei geodisinfestanti nei settori non agricoli: vietando l’uso dei prodotti che contengano il principio attivo del glifosato su tutto il territorio regionale”.

“Vorrei ricordare l’impegno della regione di portare queste istanze relative al principio di precauzione del glifosate a livello nazionale. Siamo noi che abbiamo fatto approdare questo tema alla conferenza stato- regioni”, conclude Monni, “è stato un lavoro lungo, accurato, condotto con le realtà produttive regionali e che sta continuando alla Toscana una strada che è sempre più segnata dalla sostenibilità e dalla sintonia con le matrici ambientali”.

 

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments