Giorno Memoria: Nardella, mettete scritta ‘qui c’è un antifascista’

antifascista

“Invito le ragazze e ragazzi che sono venuti da tutta la Toscana a mettere davanti a casa propria sulla porta la scritta ‘qui c’è un antifascista'”. Lo ha affermato Dario Nardella, sindaco di Firenze, che oggi ha aperto il meeting per il Giorno della Memoria promosso dalla Regione Toscana in corso al Mandela Forum nel capoluogo toscano.

Nardella ha invitato a fare “come ha fatto il mio amico e collega sindaco di Milano, in risposta a quella vergognosa scritta che è stata apposta davanti alla casa del figlio di un ex deportato a Mondovì. Anche queste sono risposte efficaci, simboli che ci servono ad avere una memoria collettiva, e a coltivarla: senza memoria non c’è futuro”.

Tutte le forme di discriminazione, per il sindaco, “possono essere combattute grazie alla memoria, e quello che si fa oggi è fondamentale: incontrare i giovani, pensiamo ai viaggi che noi organizziamo in Polonia, in Austria e in Italia nei campi di concentramento e di lavoro. Anche quello è un antidoto, bisogna essere perseveranti: goccia dopo goccia, passo dopo passo, soltanto mantenendo la memoria e compiendo questi atti forti con i giovani noi possiamo cambiare quello che avviene”.

antifascista

Le parole di Dario Nardella per il Giorno della Memoria:

avatar