Firenze, ZTL: Confesercenti contro comune. Nardella: non è danno

 Botta e risposta tra Confesercenti e Palazzo Vecchio sulla ZTL estiva. I commercianti: provvedimento anacronistico e troppo restrittivo”. Nardella ribatte :La ztl non è un danno per l’economia fiorentina o per il turismo fiorentino”

“Ormai è nota a tutti la nostra storica contrarietà alla Ztl notturna, nella vecchia come nella nuova’ versione di quest’anno, senza le cosiddette ‘finestre’ nei giorni di venerdì e sabato”. Lo ha detto, in una nota, Santino Cannamela, presidente della Confesercenti Città di Firenze.

Scriviamo queste poche righe infatti non tanto per ribadire le nostre posizioni, quanto per rilanciare, ad elezioni avvenute e Giunta regolarmente costituita, un confronto aperto sui temi dell’accesso alla città, il potenziamento dei servizi pubblici e di trasporto, l’adozione di politiche di riduzione tariffaria delle principali strutture di parcheggio interrato, prosegue Cannamela. Consideriamo conclusa la fase cosiddetta ‘sperimentale’ degli ultimi anni e siamo pronti a mettere in campo nuovi strumenti per vivere la città coniugando, se possibile, le esigenze dei residenti con quelle delle attività penalizzate, negli ultimi anni, da un provvedimento anacronistico e troppo restrittivo”. “Da questo assunto dovrebbe, almeno questo il nostro auspicio, partire un serio e costruttivo dialogo con la nuova Giunta di Palazzo Vecchio”, ha concluso il presidente della Confesercenti di Firenze.

“La ztl non è un danno per l’economia fiorentina o per il turismo fiorentino, dopo di che noi siamo sempre per il confronto e il dialogo” questa la risposta del  sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine della prima seduta del Consiglio comunale. “Abbiamo accolto – ha detto – molte delle proposte che venivano dal mondo delle associazioni delle categorie spostando dal giovedì al venerdì sera l’inizio della ztl h24. Abbiamo ascoltato con grande attenzione le ragioni dei residenti del quartiere perché se non ci sono posti nel centro è inutile fare entrare le macchine perché poi o vanno a parcheggiare in divieto di sosta o sottraggono posti ai residenti oppure aumentano il traffico. Per questo abbiamo dato un’alternativa perché abbiamo dettagliatamente potenziato tutto il trasporto pubblico, sia attraverso tramvia che bus per consentire a tutti di andare tranquillamente in centro senza dover aumentare il traffico e l’inquinamento”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments