Firenze: nuova vita per l’ex teatro Nazionale, diventerà una Spa con piscina

Teatro Nazionale

L’antico teatro Nazionale, in Via de’ Cimatori, sarà ristrutturato in una grande operazione immobiliare avviata dalla società Bl Consulting. Da teatro a centro Spa con piscina, saune e trattamenti di benessere. Una “urban spa” come ne esistono già in molte parti d’Europa, ma in un ambiente suggestivo, destinata sia ai turisti che ai cittadini, con una logica commerciale simile a quella dell’Asmana.

Si tratta di un importante svolta per la stuttura che versava in uno stato di abbandono e degrado. Al posto della platea, un’enorme piscina e i palchetti settecenteschi trasformati in suggestive aree relax. Il tutto in un imponente operazione di ristrutturazione dell’antico Teatro Nazionale, a pochi passi da Piazza Signoria. Il teatro era famoso per le recite in vernacolo e qui debuittò Stenterello: la maschera di Firenze. Fu prima teatro del Giglio e poi, nel 1826, teatro Leopoldo.l Con l’annessione al Regno d’Italia divenne Nazionale. Fino al 900 teatro popolare, da fine secolo scorso sede di importanti eventi mondani legati alla moda e allo spettacolo. Adesso, il Nazionale è stato acquistato dalla Bl Consulting: società immobiliare che assieme all’altra società fiorentina Andrea Duranti casa, sono particolarmente attivi da anni nel progettare, ristrutturare e rivendere, casali ,alberghi e palazzi del centro storico.

Bl Consluting ha un capitale di 420mila euro e ricavi per 5 milioni nel 2017. I proprietari sono due giovani impenditori: Claudio Nocentini e Valentina Artini, soci al 50%.  Palazzo Vecchio conferma: la rivoluzione dello stabile è possibile poichè l’immobile ha solo un vincolo monumentale non di destinazione. In pratica, essendo dismesso da decenni non è soggetto alle regole che impongono ad altri ex cinema o teatri, per sempio, un riutilizzo con un minimo di 60% di funzioni culturali 40 commerciali. Inoltre, la struttura resterebbe immutata dal punto di vista architettonico, modificando profondamente la funzione della sala. Trasformandosi da platea a piscina.

Per l’ex teatro si tratta di una vera svolta, dopo anni di abbandono e degrado. Negli anni Novanta fu Barbara Nativi a provare a dare un impulso di rinascita, senza riuscirvi del tutto. Ma ora le ambizioni dei due soci della Bl Consutling sembrano elevate: “L’immobile di Via de’Cimatori sarà oggetto nel 2019 di una profonda riqualificazione che lo tramuterà in centro benessere, restituendo fascino ed eleganza alla struttura senza stravolgerne i principi architettonici. Vasche, saune, trattamenti di benessere in uno scenario suggestivo, renderanno questo luogo unico nel suo genere.” Questo il comunicato sul sito internet della società.

avatar
3 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
annaRacheleFrancescoFederico Recent comment authors
nuovi vecchi i più votati
Federico
Ospite
Federico

Bruttissima notizia trattata come la svolta necessaria. Il popolo fiorentino aveva proprio bisogno di una Spa. In culo la cultura.

Francesco
Ospite
Francesco

Concordo pienamente, articolo da vergognarsi

Rachele
Ospite
Rachele

Sinceramente era più bello un Teatro in decadenza e abbandonato? non vi va bene mai niente

anna
Ospite
anna

come mai non è intervenuto nessuno per ripristinare il teatro? solo oggi siete interessati alla cultura?ma chi vi contenta…