Ven 12 Lug 2024

HomeToscanaFirenze, Cobar e Sac si aggiudicano appalto restyling Franchi

Firenze, Cobar e Sac si aggiudicano appalto restyling Franchi

Lo ha annunciato il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine della seduta del Consiglio comunale. La Coba, di Bari, è riportato nella pagina ufficiale, è stata fondata nel 2005 ed ha contributo al restauro di alcuni importanti edifici come il Colosseo e il Palazzo Reale di Caserta. La Sac, di Roma, ha realizzato il nuovo Teatro Comunale del Maggio Musicale Fiorentino.

“La commissione giudicatrice ha effettuato la seduta della gara, è stata giudicata vincitrice il raggruppamento temporaneo di imprese che vede come capofila Cobar e Sac. Sono due imprese che hanno curricula di assoluto valore. Ricordo che l’affidamento definitivo dovrà avvenire entro fine 2023”. Lo ha annunciato il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine della seduta del Consiglio comunale.

La Coba, di Bari, è riportato nella pagina ufficiale, è stata fondata nel 2005 ed ha contributo al restauro di alcuni importanti edifici come il Colosseo e il Palazzo Reale di Caserta. La Sac, di Roma, ha realizzato a Firenze  il nuovo Teatro Comunale del Maggio Musicale Fiorentino.

I lavori propedeutici cominceranno tra gennaio e febbraio 2024, per tutta la prima metà dell’anno questi tipi di lavori riguarderanno in particolare la curva Ferrovia e non impatteranno sulla squadra, che continuerà a giocare al Franchi – ha aggiunto ilsindaco di Firenze -. Io sono fiducioso che si trovi la miglior soluzione per i lavori e il luogo dove giocherà la Fiorentina, l’importante è avere più soluzioni a disposizione, tra queste rimane quella del Padovani. Il 22 dicembre dovranno pervenire le offerte per i lavori del Padovani, il cui progetto riguarda anzitutto il rugby. L’infrastruttura potrà essere utilizzata, con le opportune aggiunte, per ospitare la squadra di calcio”.

“La cosa importante -ha proseguito Nardella-  è che si possa aprire il tavolo col ministro Abodi, credo che sia nell’interesse di tutti che i lavori al Franchi si finiscano, che il progetto sia del tutto finanziato e che si trovi una soluzione che vada bene alla Fiorentina prima di tutto su dove far giocare la squadra. Nella recente riunione con la Figc a Roma si è detto che le tre città che sono pronte a essere usate per gli Europei 2032 sono Milano, Torino e Roma e che tra le città probabili, ovvero Bologna, Firenze e Cagliari, è proprio Firenze quella più avanti di tutti”.

“Se si trovano le condizioni per conciliare le esigenze della Fiorentina con le modalità dei lavori al Franchi sono d’accordo – ha concluso  il sindaco di Firenze-. Tanto che ho detto al direttore generale Barone che già in queste ore stiamo predisponendo una lettera da inviare al governo con la quale chiedere l’apertura del tavolo, che servirà ad affrontare il tema del Franchi e individuare una soluzione per conciliare i tempi dei lavori con le esigenze della Fiorentina”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)