Firenze: 70 anni delle Farmacie Comunali. Presentato un questionario per la farmacia del futuro

controradio infonews

Nel 1952 il sindaco Giorgio La Pira fondò le Farmacie Comunali, con l’intento di voler garantire ai più poveri il diritto ai medicinali. Oggi quelle strutture compiono 70 anni e rappresentano un modello unico al mondo.

Le Farmacie Comunali di Firenze, infatti, dal 2018 hanno adottato lo statuto di Società Benefit, diventando così la prima rete di farmacie al mondo, nonché la prima azienda a capitale misto pubblico-privato, ad aver scelto di modificare il proprio statuto inserendo tra i propri doveri degli specifici obiettivi di “bene comune”. Una vocazione sociale che si è evoluta, quindi, fino ad oggi.

Attualmente AFAM conta 22 farmacie e 15 studi medici all’interno della città. Queste strutture sono specializzate in automedicazione e prevenzione e offrono servizi di primo livello, analisi strumentali, test diagnostici e molti altri servizi.

“Oggi la farmacia non è più concepibile solo come un luogo di ‘distribuzione di medicine’, ma è a tutti gli effetti uno dei primi presidi di salute per il cittadino“, ha affermato Massimo Mercati, Presidente delle Farmacie Comunali di Firenze. “La pandemia ce l’ha dimostrato, con i farmacisti in prima linea sulla campagna di vaccinazione. Inoltre, a Firenze abbiamo sviluppato un modello unico, basato sull’ascolto e sul consiglio, passando da una farmacia dei prodotti a una centrata sulla relazione con la persona e sui servizi”.

In occasione dell’anniversario dalla fondazione, le Farmacie Comunali AFAM hanno scelto di aprirsi ulteriormente alla cittadinanza e raccogliere pareri e idee per il futuro. Per contribuire, è sufficiente compilare il questionario anonimo al seguente linkopp oppure recarsi nelle farmacie dove sarà disponibile in formato cartaceo o digitale.

“Vogliamo immaginare insieme la farmacia di domani – spiega l’assessore a Welfare Sara Funaro -. Non si tratta di un’indagine di mercato o di gradimento, ma dell’espressione di ciò che significa essere un’azienda benefit a servizio della città, di un presidio sanitario che vuole rispondere sempre meglio ai bisogni della comunità”.

I risultati dei questionari verranno approfonditi e discussi in un incontro pubblico, il 12 novembre alle ore 10.30, presso la Sala della Musica della Fondazione Zeffirelli, in Piazza San Firenze. All’evento, aperto a tutta la cittadinanza, parteciperanno i rappresentanti del Comune di Firenze, dei Quartieri, delle associazioni impegnate in attività socio-sanitarie. Al termine della mattinata ai presenti sarà offerto un light-lunch.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments