Sab 20 Lug 2024

HomeToscanaDirittiAteneo di Firenze ospita il Festival dell'economia civile

Ateneo di Firenze ospita il Festival dell’economia civile

Il Festival nazionale dell’Economia civile, giunto alla sua sesta edizione, apre i lavori il 3 ottobre al campus delle scienze sociali dell’Università di Firenze per parlare delle città e dei suoi giovani abitanti e di come essere protagonisti nel disegnare un sistema economico sempre più a misura delle persone.

In collaborazione con l’Ateneo, che festeggia i 100 anni dalla sua fondazione, il Festival si apre sempre di più agli studenti proponendo una giornata dedicata alle loro idee per la crescita di una società a misura d’uomo e rispettosa dell’ambiente e delle comunità: studenti e i dottorandi di Unifi potranno partecipare a un hackathon il 3 ottobre e presentare progetti per trasformare Firenze in una ‘Civil and social Business city’. Nella stessa giornata ci sarà l’intervento del premio Nobel per la pace Muhammad Yunus, ospite di questa edizione del festival che è un’iniziativa promossa da Federcasse Bcc e Confcooperative, organizzata e progettata con NeXt Economia, con il contributo di Fondosviluppo, Assimoco, Federazione Toscana delle Bcc, Assicooper e Coopersystem e la collaborazione della Sec e di Muse. “Le politiche dell’Università di Firenze sono il risultato di una visione che mette al centro i temi dell’inclusione e della sostenibilità nella didattica, nella ricerca e nel public engagement – spiega la delegata Unifi all’inclusione e alla diversità Maria Paola Monaco -. La collaborazione con il Festival Nazionale dell’Economia Civile si inserisce pienamente in questa prospettiva e si pone l’obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni a progettare la società su basi nuove, secondo questo paradigma”.

“L’idea della Civil social business city è fondamentale per mettere a frutto con azioni concrete e sistemiche il lavoro e l’esperienza maturata nell’ambito del Festival” e “l’esperienza delle Social business city legate allo Yunus social business center dell’Università di Firenze”, afferma Mario Biggeri, docente Unifi di Economia applicata. “E’ un’occasione importante per lavorare concretamente con i giovani – dichiara Leonardo Becchetti, direttore del Festival e co-fondatore NeXt Economia – per sviluppare le loro idee sulla città che vogliono abitare, sui valori e i principi su cui basare la crescita sostenibile delle nostre comunità urbane”. “Con la Civil social business city di Firenze, il punto di partenza è quello di realizzare un modello di città universale europea” dichiara Luca Raffaele, coordinatore del Festival e direttore generale NeXt economia.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)