Fase 2: viviamola al meglio

Siamo in Fase 2. Ancora però non al sicuro. Ed è una buona idea rimanere il più possibile a casa. Ecco alcune idee d’artista fenomenali per vivere bene questi giorni.

 

Comicia la Fase 2. Le mascherine sono difficili da trovare? Bene, la necessità aguzza l’ingegno…

… e guardate cosa propone Ýrúrarí, una designer tessile islandese che vive a Reykjavik.

Non trovate queste sue mascherine perfette per il distanziamento sociale da Fase 2?

Geniale, vero? Un’idea da copiare e personalizzare. Mandateci foto e le pubblicheremo.

Oppure preferite un approccio meno estroso e trovate che la mascherina non sia abbastanza. Dato che il distanziamento sociale e i dispositivi di protezione individuale saranno con noi e nelle nostre routine quotidiane per un bel pò, almeno fino a quando arriverà un vaccino efficace e non arriveremo a un programma globale di immunizzazione di massa,

Joe Doucet, designer nord americano, propone di utilizzare delle vere e proprie visiere.

“Gli studi hanno dimostrato che le protezioni per il viso o le visiere sono molto più efficaci delle mascherine chirurgiche, ma nel loro attuale formato di base sono scomode». Ecco allora la visiera ultra cool e con occhiali da sole incorporati di Doucet. Distanziamento garantito anche in Fase 2.

A parte mascherine e visiere, l’ idea perfetta per impiegare bene il tempo è questa proposta geniale e divertente: create un’opera d’arte seguendo passo passo le istruzioni degli artisti. Come? con  AUTOPROGETTAZIONE – Istruzioni d’artista per realizzare un’opera d’arte a casa propria, un progetto a cura di Toni Merola, Nicola Pellegrini e Bianca Trevisan.

Provare per credere. Moltissimi artisti vi guidano nella realizzazione di lavori e di esperienze memorabili. Sono ore di divertimento intelligente. Insieme a, tra i tanti ,  Vedovamazzei, Margherita Morgantin, Cesare Pietroiusti, Wurmkos, William Kentridge…

Autoprogettazione è ua vera miniera di idee e un progetto davvero fantastico. Come si fa? Seguendo Autoprogettazione dal sito e dalla pagina Instagram @autoprogettazione. Nuove idee arrivano ogni giorno e ce ne sono così tante da bastare per settimane e rendere persino gioiosi questi confini domiciliari da Fase 2.

E il bello è che «l’autoprogettazione», come si legge sul sito, «racchiude in sé una doppia possibilità: creare un’opera autonomamente e, attraverso l’arte, auto(ri)progettare la propria esistenza». Esattamente ciò di cui abbiamo veramente bisogno in questi giorni.

Giorni e Fase 2 che cerchiamo tutti di vivere al meglio. E un momento importante è sviluppare gratitudine per quello che nonostante tutto abbiamo. Come hanno fatto due artisti che lavorano insieme in Olanda con il nome di Studio Drift. Hanno ringraziato con un lavoro a sorpresa gli operatori della sanità in prima linea. Con 300 droni illuminati in volo sull’ospedale Erasmus di Rotterdam, la notte del 75esimo anniversario della Liberazione alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Anche Banksy ha appena regalato un lavoro all’ospedale di Southampton, “per ringraziare e rallegrare tutti un pò”.

Va benissimo ed è doveroso ringraziare il personale medico (però poi ricordiamoci che non si devono tagliare fondi alla sanità). La gratitudine è un bel sentimento che aiuta davvero. Ringraziare è bello, com’è bello dare un sostegno concreto e rendere tangibile la gratitudine. Anche a Controradio. La vostra radio preferita che anche in Fase 2 vi tiene compagnia per vivere al meglio, insieme.

 

Margherita Abbozzo (10, continua?)

 

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments