Evacuata scuola per contenitore sospetto a Firenze, per carabinieri ‘atto dimostrativo’

Grosseto

Allarme questa mattina in via Spontini, a Firenze, per un contenitore sospetto  trasparente abbandonato nei pressi della scuola materna e elementare Rossini.

Il pacco sospetto comparso questa mattina a Firenze, davanti a una scuola materna e elementare comunale, potrebbe essere stato piazzato come atto dimostrativo per protestare contro la presenza oggi nel capoluogo toscano del ministro dell’Interno Marco Minniti.

Questa una delle ipotesi ritenute al momento più probabili dai carabinieri, che stanno indagando per risalire ai responsabili. Per quanto riguarda la matrice del gesto, per il quale al momento non è giunta alcuna rivendicazione, tutte le ipotesi sono al momento al vaglio, compresa quella che conduce al mondo antagonista fiorentino.

Il pacco, fatto brillare dagli artificieri, era costituito da una scatola di plastica trasparente attraverso la quale era ben visibile la parte interna, assemblata in modo da far pensare a un ordigno artigianale, usando spirali di rame fissate una sopra all’altra con cartoni e colla a caldo, due palline da ping pong e finti collegamenti elettrici.

La scatola, è stato poi verificato, non conteneva materiale esplodente né inneschi ma i carabinieri ritengono che possa essersi trattato di un atto a scopo dimostrativo. E’ quanto riferito dopo che gli artificieri hanno fatto brillare il contenitore.

Le lezioni riprenderanno il loro naturale corso da domani mattina.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments