Dom 26 Mag 2024

HomeToscanaServiziEnzo Brogi saluta il Corecom: "Cinque anni importanti"

Enzo Brogi saluta il Corecom: “Cinque anni importanti”

Firenze, si chiude dopo cinque anni l’esperienza di Enzo Brogi alla guida del Corecom. Un’esperienza positiva che il presidente ha commentato questa mattina, salutato anche dal presidente del consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo. Un’occasione per fare il punto su ciò che è stato fatto durante il periodo sotto la sua guida.

Dal patentino digitale per educare i giovani a navigare in rete e sui social in maniera consapevole al nuovo logo, passando per una campagna multicanale in collaborazione con il noto attore Alessandro Benvenuti, i premi alla buona comunicazione e tante controversie telefoniche risolte come da tradizione. Si chiude quindi con il sorriso l’esperienza di Brogi alla guida del Corecom, cinque anni di lavoro che hanno consentito di portare tanti e interessanti cambiamenti all’interno del comitato. Un’esperienza che il presidente ha commentato con uno sguardo rivolto al passato e uno al futuro alla presenza del presidente del consiglio regionale, Antonio Mazzeo.

“Corecom è un acronimo complicato che spesso induceva a confondersi con altre associazioni – ha spiegato lo stesso Brogi – ma siamo nati vent’anni fa quando ancora c’erano i telefoni a gettoni e da allora molto è cambiato. Abbiamo provato a modificare il modo di comunicare il nostro lavoro: cerchiamo di tutelare i cittadini verso difetti, ritardi ed errori di comunicazione, ma ci muoviamo anche su altri fronti come ad esempio il patentino digitale”.

Brogi ha parlato nello specifico di questo progetto che ha coinvolto soprattutto i giovani della generazione Z. “La rete è straordinaria, ci permette di comunicare con tutti ma arrivano anche delle insidie. Noi abbiamo provato, con le nostre forze e grazie alle università della Toscana, ad offrire momenti di formazione per i giovani, per le famiglie e per gli insegnanti, per fare in modo che questo strumento sia sempre di più un’occasione e mai un’insidia”.

“Io vorrei ringraziare Enzo Brogi e il Corecom per il lavoro svolto”, ha aggiunto Mazzeo. “Grazie a lui il comitato è cresciuto ed è stato più vicino alle istanze dei cittadini”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)