Dom 21 Lug 2024
Homeelezioni 2024Comunali Firenze 2024Elezioni: Schmidt, "sogno di rendere Firenze di nuovo magnifica"

Elezioni: Schmidt, “sogno di rendere Firenze di nuovo magnifica”

Schmidt “Ora si cambia in meglio, più sicurezza, più efficienza, più decoro. Firenze deve tornare ad essere il faro del mondo. Vorrei fare il vostro sindaco per amministrare bene la città ma ho un sogno, ho il sogno di rendere Firenze di nuovo magnifica”. Lo ha detto Eike Schmidt, candidato sindaco del centrodestra a Firenze, presentando la sua candidatura e il programma in un gremito Cartiere Carrara.

Un lungo applauso e una standing ovation delle prime file ha accolto l’entrata sul palco di Schmidt. “Ho il sogno di rendere la città di nuovo captale della cultura – ha aggiunto- e che la nostra Università sia un vanto, abbia sedi adeguate per studenti, voglio che ci siano studentati e non solo falsi student hotel”. Poi il tema della sicurezza: “La “Cascine diventeranno il nostro Central park – ha sottolineato -. Le Cascine diventeranno il giardino dei fiorentini e vorrei che ci possano giocare i bambini senza avere paura, vogliamo tornar a passeggiare tranquilli la sera nella nostra città, nelle nostre strade principali, nei vicoli, nei parchi, senza timori e senza guardarci le spalle. Accoglienza sì, ma mai senza cedere il passo sulla sicurezza”.

“Ho amato questa città dal primo giorno, i suoi monumenti e le sue grandi opere. È una città con una storia gloriosa e merita di ritornare ad essere un punto di riferimento mondiale, un faro culturale artistico e civico, abitata dai suoi cittadini orgogliosi non solo del loro passato, ma del grande futuro che attende Firenze. Mi hanno chiesto di candidarmi a sindaco e ho accettato con entusiasmo e commozione. Voglio farlo insieme a voi per una Firenze magnifica, è il momento”. Così Eike Schmidt, candidato a sindaco di Firenze per il centrodestra, in un video pubblicato sui suoi canali social.  Nel video, Schmidt spiega anche di essere “nato a Friburgo, ho studiato a Firenze, ho abitato a Campo di Marte, vivo in Oltrarno. A Firenze ho trovato l’amore della mia vita, ho diretto per otto anni le Gallerie degli Uffizi, sono cittadino italiano”.