Coronavirus: Toscana, anche ricette rosse via sms

Al via da oggi in Toscana anche la dematerializzazione delle ricette rosse, per i farmaci destinati prevalentemente a pazienti affetti da patologie croniche, che potranno essere inviate via sms ai pazienti.

La Regione, dopo avere attivato prima in Italia l’invio della ricetta via sms e aver esteso il servizio anche ai medici specialisti (per un totale di 450mila ricette), completa così l’offerta per tutti i cittadini. “Con questo intervento abbiamo ampliato la possibilità di ridurre al massimo gli spostamenti verso gli ambulatori dei medici – sottolinea in una nota l’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi -, accogliendo le richieste di numerosi pazienti fragili, ma anche dei medici e del personale degli ambulatori”.

Grazie al lavoro congiunto del settore Sanità digitale e innovazione e del settore Politiche del farmaco e dispositivi, sono stati adeguati tutti i sistemi centralizzati di della Regione, e anche i software delle farmacie. Secondo i dati della Regione, sono già 752 le farmacie in Toscana (su un totaledi 1265) che a oggi hanno utilizzato le credenziali di Sogei per erogare i farmaci con la nuova modalità.

“Il sistema andrà a regime nei primi giorni della prossima settimana – aggiunge Saccardi – quando assisteremo alla progressiva conversione di tutto il cartaceo a oggi circolante verso la nuova modalità sms. Questo importante risultato, di cui beneficeranno i cittadini, è frutto di un grande lavoro di squadra, che ha visto la categoria dei farmacisti impegnata in prima linea”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments