Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 12 ottobre 2021

Controradio Infonews
©Controradio
Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 12 ottobre 2021
/

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

CONTRORADIO INFONEWS – Nuovi indagati nell’inchiesta della procura di Firenze su Open, la fondazione che ha sostenuto le iniziative politiche di Matteo Renzi. Accusati di traffico di
influenze illecite l’avvocato veronese Luca Casagni Lippi, il cui studio a Firenze è stato perquisito nei giorni scorsi dalla Guardia di finanza, e l’imprenditore cinematografico Alessandro Di Paolo. Il reato viene contestato loro in concorso con l’ex presidente di Open, l’avvocato Alberto Bianchi, accusato di finanziamento illecito ai partiti, corruzione e traffico di influenze.
CONTRORADIO INFONEWS – Scontri tra manifestanti pakistani e persone di nazionalità cinese si sono registrati ieri pomeriggio nell’area industriale del Macrolotto 2 di Prato, dove gli iscritti al sindacato Sì Cobas avevano inscenato una protesta davanti ad un pronto-moda cinese, la Dreamland: una ditta cliente della Texprint. Dalle immagini che alcuni manifestanti sono riusciti a registrare con il telefonino, emergerebbe che alcuni dei cittadini cinesi sarebbero stati armati di mazze di legno.

CONTRORADIO INFONEWS – 8 ore x 5 giorni e applicazione del contratto nazionale: da questa mattina alle 10:00 dentro la Texprint, dopo 9 mesi di sciopero e presidio permanente davanti ai cancelli rientrerà a lavoro il primo operaio ad aver vinto il ricorso in tribunale contro il licenziamento, che sarà assunto a tempo indeterminato dalla stamperia del Macrolotto. Insieme a lui i due che non erano stati licenziati tra i 18 operai in sciopero, che rientreranno a lavoro regolarmente.

Una donna tedesca di 60 anni è morta a Pisa dopo essere stata travolta da un’auto mentre pedalava in sella alla sua bicicletta. La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio della polizia municipale intervenuta per i rilievi. L’automobilista  rischia la denuncia per omicidio stradale.
CONTRORADIO INFONEWS – “Atto di intimidazione” contro la sede Spi-Cgil del quartiere Salivoli di Piombino: la serratura della porta d’ingresso è stata bloccata con una potente colla ed è stato lasciato un cartello con insulti rivolti al sindacato in relazione alla sua posizione sulla questione green pass. A scoprire  l’accaduto i delegati del sindacato pensionati della Cgil incaricati di aprire la sede.
Lavori finiti con una settimana di anticipo rispetto a quanto annunciato di recente. Così dalle 6 del 13 ottobre riapertura a quattro corsie della superstrada Firenze-Pisa-Livorno nel tratto tra Lastra a Signa e Ginestra Fiorentina, in provincia del capoluogo toscano.
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments